MOM POWER!

Arrivato attraverso il nostro form

recupero%20online.png[1]Sono una mamma di un ragazzo di 18 anni, assolutamente recuperato (brutto questo termine).

Mio figlio suona benissimo il pianoforte, studia canto lirico, frequenta un liceo musicale.
Ai tempi non c’ era l’ aba, ci volevano secoli prima di trovare qualcuno che ti dicesse cosa fare, non ti spiegavano nulla.

Io ho saputo della diagnosi dal dentista quando sono andata per far curare un dentino cariato al mio bambino di 7 anni… mi sono sentita dire … “ma cosa pretende signora, che glielo curiamo senza anestesia generale???”

E – sventolandomi sotto il naso il tesserino sanitario – mi ha detto, la gentile dentista di cui ho rimosso volto e luogo di lavoro: signora , suo figlio E’ AUTISTICO!!!
Comunque dall’ eta’ di quattro anni mio figlio ha fatto psicomotricita e poi ho lavorato ogni secondo con lui.

Ho PRETESO il contatto fisico passando pomeriggi a fare il cavalluccio con lui sulla schiena, per poi finire a rotolarmi sul tappeto con lui fingendo di essere il personaggio di non ricordo quale cartone animato.

Mio marito è durato poco ancora con me, non trovava la cena pronta!!

Ah, dimenticavo di dirvi che avevo anche una bimba di 7 anni piu grande che ogni sera andava a cercare le lenzuola del letto in giro per casa (perche suo fratello disfava i letti) e si faceva ogni sera il letto prima di andare a dormire.

Far dormire suo fratello era un operazione che durava sin dopo la mezzanotte. Questo non un giorno, anni!!

Ah, dimenticavo, HO PRETESO anche da mio figlio il contatto oculare ed ogni volta che dovevo parlargli me lo mettevo sulle ginocchia e lo obbligavo a guardarmi!

Un operazione semplice come allacciarsi le scarpe ha richiesto suppergiu un anno di lavoro e di estenuanti attese prima di uscire. Col tempo mio figlio cucinava, insieme a me, usando anche il coltello tagliente, sbucciava le patate col pelapatate, si vestiva da solo, si faceva la doccia da solo, si preparava la cartella da solo.

Ora c’ e’ di moda il metodo aba che sara efficacissimo, non metto in dubbio, ma perche’NON SI INSEGNA ALLE MAMME QUESTO METODO???

Perchè mamme che ce l’ hanno fatta, come me, che hanno anni di esperienza sull’autismo sono disoccupate e fior di psicologi, educatori ed insegnanti lavorano al recupero di questi ragazzi, magari solo dopo aver fatto un corso on line?

E con quali risultati… Io non ho applicato l’ aba ma il buon senso: ho lavorato per obiettivi risolvendone uno alla volta.

Ed ha funzionato.

Perciò, mamme, non arrendetevi e PRETENDETE di essere aiutate in famiglia (io ho lasciato il mio lavoro) e di essere istruite per utilizzare vostre risorse 24 ore su 24.

Vostro figlio ha bisogno della vostra competenza, non solo di terapisti che lo vedono poche ore la settimana o al giorno.

Con l’ augurio di poter stupire anche voi un domani prossimo per il grado di sicurezza ed indipendenza raggiunti da vostro figlio!

CLAUDIA

Informazioni su questi ad

Domanda lapalissiana

im_01[1]Da un post su Facebook:

una domanda: due bambini nella stessa classe (V della primaria) con legge 104 art.3 comma 3, la dirigente scolastica può decidere di assegnare un solo sostegno per entrambi i bambini? sapendo che a entrambi sono state riconosciute le 22 ore?? come può il sostegno dedicare 22 a entrambi i bimbi??

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 587 follower