FUORI DALLO IESCUM… CON QUALI COMPETENZE?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, aspettando le risposte dei lettori e magari dei diretti interessati alla domanda posta… (G.P.)

Buonasera, sono un’insegnante, ormai da anni lavoro con bimbi autistici a stretto contatto con terapisti ABA.
Ultimamente ho avuto a che fare con una nuova terapista appena uscita dallo Iescum. Carina e simpatica, dopo pochi giorni mi dice che lei è il primo bambino autistico che tratta perchè con lo Iescum aveva solo avuto a che fare con disabili, alcuni autistici, ma che non aveva mai fatto ABA a nessuno!!!!!!!!

Possibile?????? Conosco il sito dello Iescum e ricordo bene che sono necessarie 1000(!)ore di supervisione sul lavoro specifico ABA con diversi bambini. Mi chiedo che competenza possa avere come terapista ABA a questo punto…

Ha superato un esame Iescum che le ha dato titolo e credenziali per lavorare come esperta ABA, ma con quali competenze?

Mi illuminate?

About these ads

Pubblicato il 19 novembre 2011, in ABA (Applied Behavior Analisys) con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 7 commenti.

  1. salve a tutti,
    sono Laura di B&A la cooperativa di monte mario che CERCA di formare operatori della cooperativa e del territorio RME ( citati dalla mamma Caroloni) insieme a informare e dare suggerimenti su quello che sono le BUONE PRASSI per lavorare con l’autismo sia a casa ma soprattutto a scuola ( un mondo a parte). Nei corsi che facciamo cerchiamo di comunicare che NON BASTA LA TEORIA ma bisogna praticare e GIOCARE partendo dalla motivazione. Siamo tecnici!!!! Noi ci crediamo tanto nella formazione e cerchiamo il più possibile di dare strumenti e suggerimenti…..il confronto é la migliore strumento che si possa insegnare
    Grazie

  2. sono una mamma e vorrei formarmi come suggerisce misha.
    sulle tantissime (anche troppe )associazioni nella capitale sono d’accordo.
    se misha pensa di aver trovato qualcosa di valido puo’ per favore segnalarmelo via mail? G.p. ha il mio indirizzo.
    grazie

  3. Un conto è fare il corso, un altro è la certificazione e l’esperienza.
    Posso dire da mamma formata che ci sono tantissime associazioni a roma (una fra tutte roma nord-montemario che fanno corsi di formazione di analisi comportamentale che non sono certificati, nè hanno operatori con laurea, ma solo con il loro corso, ovviamente a pagamento e “formati da loro”).
    La formazione non si fa online. So che ci sono molti di questi supervisori che si prenderanno le certificazioni online…ma allora mi domando: tutti possono lavorare con i nostri figli…

  4. quanti sono quelli certificati, Marcella? Pochissimi!!

    Segnalo che è stato finalmente indetto un master ABA da un’università statale… e senza Paolo Moderato!!!

    Università di… Parma… Questo master ha l’enorme difetto di pretendere il pagamento “in una lacrima sola”: 3000 euro sull’unghia…
    Ma nei tremila euro è compresa anche la supervisione, cosa che nello IESCUM è “a parte”…
    Quindi per chi ha 3000 euro da spendere tutti insieme è un’ottima occasione.

    http://old.unipr.it/files/master/brochure/1112_14.pdf

    http://old.unipr.it/files/master/bando/1112_14.pdf

  5. Se è una terapista CERTIFICATA dallo IESCUM la cosa non è possibile. Se invece ha fatto un corso IESCUM…bhe, quello l’ho fatto anche io, e il solo bambino con cui ho avuto a che fare è mio figlio. I terapisti certificati IESCUM sono pochi e sono reperibili sul loro sito. Attenzione a non confondere chi frequenta un corso con chi è abilitato. Io ho pure fatto esame finale, superandolo, ma se volessi essere iscritto al loro albo di terapisti dovrei certificare appunto l’esperienza. Poi è sempre vero che siamo italiani come dice mammam…

  6. Purtroppo non giunge nuova..
    è capitato anche a me di parlare con una terapista certificata,caldamente consigliata dalla supervisor mipia….e,a parte la buona volontà,non sapeva come lavorare…
    dovremmo poterci fidare…affidiamo i nostri figli e le nostre speranze….

  7. Ufficialmente è quello che so anch’io però a volte capita che uno in qualche modo riesca a far “figurare” il tirocinio senza farlo… siamo italiani. Il problema è che la furbizia ci piace quando ci facomodo.
    Anche nel mio lavoro ci sono le certificazioni e per questo io non ho fiducia cieca nelle certificazioni. So anche che in una professione quelli bravi sono circa il 10% e, soprattutto se si guadagana bene, molti si improvvisano. Quel 10% ha un tasso di certificazione pari all’altro 90%.
    La serietà e la coscienza della persona contano più della certificazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 569 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: