EMERGENZACERVELLO.ORG E GALILEO GALILEI

Non dò mai troppo peso alle baggianate di Emergenzacervello.org: sono talmente prive di fondamento e stupidamente complottiste che si commentano da sole e possono essere prese sul serio soltanto da persone con un senso critico molto molto limitato. Però stavolta la mia penna birbona e insolente non riesce a tacere, perché il sitarello in questione non è rimasto sul solito piano di antiscientificità, ma s’è avventurato lungo il tortuoso ed esilarante sentiero di un antistoricismo senza precedenti.

Copio-incollo un paio di frasi illuminanti di un articolo appena pubblicato, intitolato (oh cavolo!) E pur si muove…

<<Quattrocento anni fa, Galileo Galilei, uno tra i più illuminati scienziati della storia, venne messo a tacere sfruttando la coercizione e l’umiliazione pubblica, per tentare di negare una clamorosa verità scientifica (l’eliocentrismo) che avrebbe infranto i dogmi religiosi del tempo. E pur si muove. Per quanto questa frase sia frutto di un’invenzione giornalistica della metà del Settecento, in essa si riassume tutto l’orrore della prevaricazione dei cosiddetti “poteri forti” nei confronti della scienza e delle verità “scomode”. Esattamente quello che è stato subito da centinaia di scienziati ed innovatori nel passato e che oggi subisce il dr. Andrew Wakefield.>>

Far passare per eroe un medico che si è approfittato della sua posizione per imbastire scientemente una ricerca “pilotata”, sperando di non essere scoperto, è sbagliato e fuorviante, non solo dal punto di vista degli scettici, ovvero di coloro che non credono nel legame vaccini-autismo, ma anche dal punto di vista dei DANnati. Scrive ancora Emergenzacervello:

<<EmergenzAutismo crede che tutte le ipotesi plausibili come causa per l’attuale epidemia di autismo debbano essere seriamente  studiate da scienziati indipendenti e non negate a priori. Ci sono centinaia di famiglie che hanno visto i loro bambini regredire nell’autismo dopo le vaccinazioni. Il dr. Wakefield è per loro un eroe.>>

Errore! Se tanti genitori hanno visto indiscutibili segni del danno da vaccino nei loro figli e se l’interesse intorno all’argomento è nato da un problema reale, tanto più il dottor Wakefield dovrebbe essere detestato. “Pilotando” la sua ricerca Wakefield (qui potete approfondire sui suoi metodi truffaldini) ha screditato chiunque voglia percorrere la stessa strada, che viene visto “a priori” come un ciarlatano e un fanfarone proprio a causa dei mezzi usati da Wakefield per scrivere il suo famigerato articolo su Lancet e procurarsi fama, gloria e denaro. Per questo motivo i genitori che hanno avuto il proprio figlio danneggiato da un vaccino dovrebbero odiarlo, altro che considerarlo un eroe!!! Se Galileo Galilei se ne fosse andato in giro a vendere cannocchiali inservibili e a farsi corrompere da una setta di Anticlericali per screditare la Chiesa, nonostante la realtà dei fatti ancora oggi (forse) crederemmo al Papa. Invece no, perché Galileo era una persona seria.

Sulla serietà di Wakefield nutro ragionevoli dubbi.

Advertisements
Lascia un commento

12 commenti

  1. Paperinik for president

     /  31 maggio 2010

    Tratto da http://www.bmj.com/cgi/content/full/331/7523/982-a

    estrapolo :”L’Academy of Pediatrics ha ricevuto milioni di dollari dall’industria dei vaccini, per conferenze, borse di studio, formazione medica, oltre che per costruire la propria sede. La cifra totale resta segreta ma alcuni documenti pubblici ne svelano una parte: 342.000 dollari da Wyeth, 433.000 da Merck e contributi indefiniti da Sanofi-Aventis, produttore di 18 vaccini.
    vedi Produttori di Vaccini + BIG PHARMA

    Every Child By Two, che promuove l’immunizzazione precoce nei bambini, ha ammesso di ricevere finanziamenti dai produttori di vaccini, negando però che esistano conflitti d’interesse.
    La CBS, però, ha scoperto che tra i tesorieri dell’organizzazione ci sono funzionari di Wyeth e un consulente di grandi case farmaceutiche. Nel consiglio di amministrazione di Every Child By Two siedono un ex-presidente dell’American Academy of Pediatrics, Martin H. Smith, e il già citato Dr. Paul Offit.

    Offit, il difensore dei vaccini maggiormente citato, che una volta sostenne che i bambini possono tollerarne 10.000 in una volta sola, viene definito un insider dell’industria dei vaccini. Infatti, preside un centro di ricerca al Children’s Hospital, finanziato da Merck.
    Inoltre, detiene il brevetto del Rotateq, un vaccino contro la gastroenterite da rotavirus, sviluppato insieme a Merck.
    Le future royalty del Rotateq sono state appena vendute per 182 milioni di dollari in contanti. Quale sia la quota di profitto del Dr. Offit resta sconosciuto……”

  2. Autismo Incazziamoci

     /  30 maggio 2010

    E’ come se Offit fosse il proprietario di Antenna 55 invece che della Fininvest

  3. Paperinik for president

     /  30 maggio 2010

    Certo come dire che Berlusconi non ha conflitto di interessi……

  4. Autismo Incazziamoci

     /  30 maggio 2010

    Dall’alto della nostra immensa cultura, noi immensi redattori di Autismoincazziamoci ricordiamo la verità: come al solito la cultura paperinikkesca risente troppo della propaganda: Offit non ha brevetti su vaccini di massa, ma solo quello sul vaccino del rotavirus, che viene fatto a chi si becca il rotavirus e non a bambini piccoli.

  5. Paperinik for president

     /  30 maggio 2010

    Gianni ma che hai fumato ?

    Io ti parlo di Offit e tu mi rispondi sugli amish ?

    Comunque gli amish per religione non dovrebbero vaccinare per cui sicuramente, hanno una popolazione molto bassa di vaccinati.

    Ma a differenza tua , a me non interessano le prove, perché io so che i vaccini sono molto pericolosi, se devo studiare non è in quel senso.

    Divertiti pure con Vanoli, che è sicuramente alla tua “altezza”…

  6. Gianni Papa

     /  30 maggio 2010

    Ahaahhaha Paperinik!!! TI hanno fregato il cavallo di battaglia!!!

    Quello degli Amish che non vaccinano è un mito.

    http://autism.suite101.com/article.cfm/autism_among_the_amish

    http://autism.about.com/b/2008/04/23/do-the-amish-vaccinate-indeed-they-do-and-their-autism-rates-may-be-lower.htm

  7. Paperinik for president

     /  30 maggio 2010

    Al signor nessuno vorrei ricordare (e basta scorrere il blog per notarlo) quanto sia lui che il suo amico uèuè medbunker hanno assunto ad EROI persone come OFFIT, che tanto onesta a noi non pare.

  8. (USA) Comunita’ AMISH NON vaccina e quindi NON ha bambini Autistici

    USA – Perché la popolazione Amish non ha l’autismo ?
    vedi: Vaccinazioni ed Autismo + Vaccini ed Autismo, la prova

    Gli studiosi dichiarano che l’autismo è esistito da millenni con la stessa percentuale nella popolazione, al presente la prevalenza negli Stati Uniti è quella di un bambino autistico ogni 166 nati (NdR: questa cifra e’ in continua variazione, per l’aumento spropositato il numero dei bambini vaccinati che divengono autistici)

    Con queste devastanti statistiche in mano, un reporter del Washington Times ha deciso di analizzare la percentuale di autismo tra la popolazione Amish della Pennsylvania (USA), una comunità religiosa di origine olandese che, da centinaia di anni, ha scelto di vivere culturalmente separata dagli altri cittadini americani e non si vaccinano mai !
    Egli si e’ domandato perche’ gli Amish non hanno bambini autistici ?
    Il suo intento era quello di appurare se, studiando i bambini autistici tra gli Amish, si potevano ottenere risposte alle cause dell’epidemia di autismo che sta attraversando il mondo.
    A causa delle loro credenze religiose, la comunità Amish ha scelto di NON far vaccinare i loro bambini.

    La risposta è arrivata ed e’ semplice: ..le Vaccinazioni, che gli Amish non permettono siano fatte ai propri bambini. ù

    Viaggiando nella comunità munito delle statistiche nazionali USA, il reporter avrebbe dovuto trovare circa 200 bambini autistici.
    Ne ha trovati invece solo tre: la prima era una bambina adottata dalla Cina (la Cina, l’India e l’Indonesia da anni hanno adottato programmi di vaccinazione di massa), il secondo bambino era diventato autistico subito dopo una vaccinazione, il reporter non è riuscito a stabilire se il terzo bambino fosse stato vaccinato o meno.

    Il commento del medico dr. Mercola: “C’è qualcuno che vuole più evidenza di questa ?
    Anche se quanto descritto non è uno studio scientifico, è un’analisi basata su fatti che indicano un legame irrefutabile tra vaccinazioni e autismo.
    Non devi essere un medico, o avere una laurea in epidemiologia, o essere un laureato in scienze astronautiche per capire il collegamento”.

    Collegamento vaccinazioni-autismo (o perché la popolazione Amish americana non ha l’autismo)
    R.S. a cura di Marcello Griffo
    L’autismo è un disordine infantile difficile da ignorare. È caratterizzato da una mancanza d’interesse nelle relazioni sociali e nella comunicazione, e da un ristretto numero di attività da parte del bambino autistico. Mentre gli studiosi dichiarano che l’autismo è esistito da millenni con la stessa percentuale nella popolazione, al presente la prevalenza negli Stati Uniti è quella di un bambino autistico ogni 166 nati.
    Con queste devastanti statistiche in mano, un reporter del Washington Times ha deciso di analizzare la percentuale di autismo tra la popolazione Amish della Pennsylvania (USA), una comunità religiosa di origine olandese che, da centinaia di anni, ha scelto di vivere culturalmente separata dagli altri cittadini americani.

    Perché gli Amish non hanno bambini autistici ?
    Il suo intento era quello di appurare se, studiando i bambini autistici tra gli Amish, si potevano ottenere risposte alle cause dell’epidemia di autismo che sta attraversando il mondo.

    La risposta è arrivata.
    Il probabile colpevole ? Le vaccinazioni, che gli Amish non permettono siano fatte ai propri bambini. Viaggiando nella comunità munito delle statistiche nazionali, il reporter avrebbe dovuto trovare circa 200 bambini autistici.

    Ne ha trovati invece solo tre:
    la prima era una bambina adottata dalla Cina (la Cina, l’India e l’Indonesia da anni hanno adottato programmi di vaccinazione di massa), il secondo bambino era diventato autistico subito dopo una vaccinazione, il reporter non è riuscito a stabilire se il terzo bambino fosse stato vaccinato o meno. Gli effetti collaterali del thimerosal ?
    Nei vaccini si usano dei conservanti a base di mercurio (il thimerosal) che proteggono il liquido nei contenitori da possibili contaminazioni causate dalla ripetuta inserzione degli aghi della siringa. Dopo che gli ufficiali sanitari obiettarono alle quantità di mercurio che gl’infanti assorbivano attraverso il thimerosal, la tossina fu messa al bando dal 1999. Ma una modifica nella dichiarazione dei componenti presenti nel vaccino ha permesso al thimerosal di non essere menzionato.

    Il commento del dottor Mercola:
    C’è qualcuno che vuole più evidenza di questa ?
    Anche se quanto descritto non è uno studio scientifico, è un’analisi basata su fatti che indicano un legame irrefutabile tra vaccinazioni e autismo. Non devi essere un medico, o avere una laurea in epidemiologia, o essere un laureato in scienze astronautiche per capire il collegamento.

    Come può essere più ovvio ?
    Anche lo studio fatto nel 2004, con dati forniti dal CDC di Atlanta (Center for Disease Control, children who receive thimerosal-containing vaccinations), ha concluso che i bambini che sono stati vaccinati hanno 27 volte in più la possibilità di sviluppare l’autismo. I numeri non mentono.

    Il peggio deve ancora arrivare con il nuovo vaccino per l’epatite B
    A causa delle loro credenze religiose, la comunità Amish ha scelto di non far vaccinare i loro bambini. È comprensibile se molti di voi non vogliono scegliere un approccio così radicale. Ma se volete concentrarvi su un solo vaccino, vi incoraggio ad informarvi sulla controversia che circonda il vaccino dell’epatite B.

    La versione multi-dose di questo vaccino, che è somministrato a tutti i nascituri prima di lasciare l’ospedale, contiene ancora il thimerosal. Questo è una biasimevole, irresponsabile negligenza di prima grandezza.
    L’immaturo sistema nervoso centrale di queste piccole creature indifese è particolarmente suscettibile agli insulti tossici, e thimerosal, il conservante a base di mercurio, è uno dei peggiori.

    Il comportamento dei medici sarebbe più comprensibile se il vaccino per l’epatite B avesse dei benefici sociali, ma molti esperti di medicina naturale che studiano l’argomento sono concordi nell’affermare che il vaccino sia assolutamente inutile e pericoloso.
    Vi sono in America solo circa 5.000 persone che sviluppano come conseguenza di un’infezione epatica il cancro al fegato.
    Ciò significa che stiamo immunizzando decine di milioni di bambini, e causando danni cerebrali che portano alla presente epidemia di autismo, per proteggere 5.000 adulti dal cancro al fegato.

    Ma molti di questi adulti hanno seri problemi sociali, come l’assunzione di droghe per via endovenosa, l’alcolismo e la cattiva alimentazione, comportamenti che aumentano seriamente il rischio della malattia. Se sei un genitore che vuole soppesare i pro e i con dei vaccini, ti incoraggio a documentarti più approfonditamente sulla tossicità del thimerosal, presente nei vaccini multi-dose per l’epatite B e per l’influenza.
    Questa notizia è stata divulgata dal periodico “Washington Times”.

    Articoli di riferimento pubblicati dal:
    Washington Times April 18, 2005
    Washington Times April 19, 2005
    Studio del CDC di Atlanta: children who receive thimerosal-containing vaccinations
    Tratto da: ecplanet.com

    vedi anche: Bibliografia Danni dei vaccini + Bibliografia danni 2 + 1.000 studi sui Danni dei Vaccini + Big Pharma
    VACCINAZIONI di MASSA – il CRIMINE delle Vaccinazioni nel Mondo
    Negli USA dal 1988 le vaccinazioni si sono triplicate ed i casi di Autismo sono aumentati del 270 % !!
    Falsita’ della medicina ufficiale + Contenuto dei Vaccini

    Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio’ che insegniamo da decenni e cioe’ che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu’ disparate ! – vedi: Contenuto dei vaccini
    tratto da: http://www.mednat.org/vaccini/amish_senza_autismo.htm

  9. Autismo Incazziamoci

     /  29 maggio 2010

    L’insindacabile Redazione difende insindacabilmente il Signornessuno dagli attacchi di Sensocriticolimitato, in quanto il Signornessuno si è limitato (lapalissianamente) ad affermare che chi persegue nobili ideali deve scegliersi eroi onesti.

  10. Persona con un senso critico molto molto limitato

     /  29 maggio 2010

    Questo sito potrebbe essere interessante e di valido aiuto per tanti se solo non fosse così pieno di assoluti giudizi fatti da un insindacabile “signor nessuno” e fatti passare come somma ed unica verità. Peccato!

  11. Paperinik for president

     /  29 maggio 2010

    Meno male che continua ad esserci gente che ragiona con il proprio cervello e Carla ne è una prova.

    Comunque ho preso un commento da medbunker al quale sono curioso di leggere l’eventuale risposta .

    Riporto sotto :

    Avvocato del Diavolo ha commentato…
    Un saluto a tutto il blog, in particolare al caro Max

    Quanto vorrei che esistessero delle leggi internazionali per cui il ricercatore che tarocca gli studi per compiacere lo sponsor finisse dritto dritto in gattabuia per un decennio.

    Credo che Wakefield, se è vero ciò per cui l’accusano, si ritroverebbe in buona e cospicua compagnia

    http://tinyurl.com/36pzvpc
    (consiglio di leggere pure gli altri articoli del sito riguardanti trasparenza degli studi scientifici e conflitti di interessi)

    Comunque paragonare Wakefield al guaritore romano IMHO mi sembra un po’ esagerato.
    Lo si accusa di aver causato epidemie e morti di morbillo a causa delle sue sciagurate dichiarazioni? Leggendo i dati ONU di copertura vaccinale e incidenza del morbillo in UK e confrontandoli con altri stati comunitari non mi sembra un’accusa così scontata: più che altro sembra il classico caso di abbaglio “post hoc ergo propter hoc”, o questa obiezione deve valere solo per le sospette reazioni avverse dei vaccini? (A meno che questa non si manifesti con l’ago ancora conficcato quasi sempre si tende ad escluderne la correlazione con il vaccino).

    A proposito di sicurezza dei vaccini (tutti, non solo MPR): a quando degli studi statistici seri e indipendenti sui MAI VACCINATI (= con nessun vaccino)? Ovvero confronto di incidenza ad esempio delle varie sindromi autistiche tra popolazione MAI VACCINATA e resto della popolazione a parità di classi di età.

    Mi chiedo come sia possibile oggi con gli studi attuali e farmacovigilanza poter identificare delle reazioni avverse nel medio e lungo termine senza un confronto con un “gruppo di controllo” di MAI VACCINATI.

    Che piaccia o no, in USA e UE i mai vaccinati esistono già, allora perchè non rendere utile questa popolazione che si avvantaggia del rischio altrui (a parte il tetano) con il consenso al trattamento dei dati tramite un censimento informatizzato per scopi di studio statistico sulla sicurezza dei vaccini?

    Se le incidenze di patologie come autismo, SIDS, leucemie infantili, ADHD ecc… si confermassero pressochè uguali ai vaccinati (parzialmente o in toto) si potrebbero scagionare da ogni sospetto e in un colpo solo tutti i vaccini, con buona pace dei vari Wakefield e obiettori vari.

  12. carla marta

     /  29 maggio 2010

    resta il fatto che estremizzandosi le due opposte posizioni (da
    una parte c’e’ chi considera i vaccini responsabili di tutti
    i mali dell’umanita’, dall’altra c’e’ chi li proclama totalmente
    innocui), non sara’ mai possibile un approccio razionale
    alla questione…
    resta il fatto che i vaccini contenenti virus attenuati sono
    reattogeni e le industrie che li producono sono sempre state
    “infastidite” da cause e richieste risarcimenti danni….
    e sono infastidite anche dall’approccio razionale…
    e’ corretto vaccinare un neonato con tali vaccini senza fare
    prove preliminari di tolleranza, anche se nella sua famiglia ci
    sono casi di malattie autoimmuni?
    e’ possibile che nei soggetti predisposti gli antigeni contenuti
    nei vaccini siano “triggers” di reazioni autoimmuni che danneggiano il sistema nervoso e portano a disturbi del neurosviluppo? ecc.
    ne’ con metodi “puliti” ne’ con metodi “sporchi” e’ possibile
    ottenere indagini serie su questi problemi….
    Paul Offit, portavoce dell’industria dei vaccini, ha considerato
    una montatura anche il caso di Hannah Polin….

    L’atteggiamento dell’industria dei vaccini mi ricorda molto
    l’atteggiamento dell’industria del tabacco negli anni ’50…
    allora non si conosceva il legame tra fumo di sigaretta
    e cancro polmonare, ma circolavano sospetti…
    e gli industriali del tabacco fecero pubblicare un avviso
    su 448 giornali in 258 citta’ americane in cui si assicurava
    che il fumo di sigaretta non e’ dannoso. Il presidente della
    Philip Morris scrisse che ” there is not one shred of conclusive
    evidence to support the link between cigarette smoking and lung
    cancer”……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: