AUTISMO E APPROCCIO BIOMEDICO: TESTIMONIANZE DEI GENITORI

Advertisements
Articolo successivo
Lascia un commento

88 commenti

  1. Gianni Papa

     /  6 luglio 2016

    L’ha ribloggato su autismo incazziamoci.

  2. vanessa

     /  23 dicembre 2010

    @katia: sono certa della tua assoluta buona fede ma ti ripropongo la mia domanda. Come fai a sapere che i titoli anticorpali della polio sono troppo alti? Dove hai trovato i valori di riferimento? Te lo chiedo senza polemica, solo perché anch’io , all’epoca, le provai tutte ma nessuno fu in grado di darmeli, anzi diversi medici mi dissero che i valori di mio figlio erano uguali a quelli di tanti altri bimbi sanissimi. Visto che tu sei anche laureata in scienze, ne saprai più di me. Anche la nostra pediatra (omeopata) non è stata in grado di darmi queste informazioni. Mio figlio non ha mai avuto la diarrea eppure anche a noi Montinari disse che c’era un danno da vaccino.
    Comunque non ho nulla contro i genitori alternativi, ci sono stata dentro a piedi pari, ed era inevitabile, vista l’ignoranza e il menefreghismo regnante nel sistema tradizionale e ufficiale.
    Sono contenta di aver fatto la dieta e poi di averla smessa. Tuttora evito di dare a mio figlio latte vaccino e yogurth perchè mi rendo conto (con i miei occhi) che lo agitano e gli fanno uscire una stereotipia vocale che altrimenti è quasi estinta; del resto anche io e mio marito non digeriamo il latte. Ti credo quando dici che tuo figlio si è ammalato di meno e che anche voi genitori avete beneficiato della dieta, che per forza impone un’alimentazione più sana, senza schifezze, conservanti, merendine etc. Comunque milioni di persone fanno cure omeopatiche per rinforzare il sistema immunitario, senza andare da Montinari e senza essere autistiche.
    Non sei l’unica, Katia, a cui Montinari ha parlato di uscita dall’autismo. Nel mio caso non era vero, purtroppo, e ritengo imperdonabile fare simili affermazioni, oltretutto senza neanche saper valutare il bambino. Anche se sono assolutamente contraria alle offese che hai ricevuto, hai sicuramente sbagliato nel dire che un bambino di 6 anni, non verbale, fra qualche mese, con la dieta e Montinari, inizierà a parlare.
    Io ho fatto il percorso inverso al tuo, da Montinari a Balzola, ma per favore non mettiamoli sullo stesso piano. Anche solo per il fatto che Balzola non si permette di fare nessun commento sui colleghi e non si permetterebbe mai di parlare di uscita dall’autismo. Tra l’altro noi non abbiamo mai speso nulla e fatto tutto con la mutua. Comunque anche da Balzola avremo un ultimo controllo e poi non andremo più, perché mio figlio (fortunatamente) non ha segni clinici sufficienti per rientrare nel suo protocollo di studio con esami endoscopici.

  3. Katia Tacco

     /  22 dicembre 2010

    Ciao Vanessa, piacere di conoscerti.
    Mi dispiace molto che tuo figlio non abbia ottenuto buoni miglioramenti con la dieta e la terapia di Montinari.

    Indipendentemente da Montinari però, non si capisce perché nel reparto neuropsichiatrico dove ho portato Lorenzo nessuno si sia occupato di curare la sua diarrea cronica.

    Per la prima volta ho letto della correlazione tra “autismo e diarrea” sul sito di EMERGENZA AUTISMO che contattai subito e di seguito mi indicarono il Dott. Balzola.

    E’ così che siamo diventati genitori “alternativi” e per fortuna, perché altrimenti Lorenzo avrebbe ancora avuto la diarrea.


    Quello che più mi ha sconcertato è stato che quando ho riportato Lorenzo al controllo e ho detto loro che la diarrea era scomparsa con la dieta, SONO RIMASTI INDIFFERENTI.

    Come faccio a fidarmi di loro???

  4. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  22 dicembre 2010

    Che l’omeopatia non ha valore prova a spiegarlo pure ai farmacisti ed ai pediatri che sempre di più la prescrivono con ottimi risultati.
    Fosse illegale come la dipingi tu, perché è normalmente commercializzata in farmacia ?
    Mica c’è un mercato di contrabbando.

  5. vanessa

     /  22 dicembre 2010

    @katia
    Pensa alla disperazione di quella povera mamma, con bimbo di 3 anni, quando fra un paio d’anni, dopo aver fatto dieta e condimenti vari, di ritroverà ugualmente disperata, con un figlio sempre autistico, e anzi ancor più disperata per aver speso soldi, tempo, energia, stress, e per il fatto di sentirsi presa in giro, magari anche da te… a cui aveva dato piena fiducia.
    Katia, tuo figlio aveva sicuramente un problema organico grave e chissà come ne soffriva, povero bimbo, afflitto da 4 anni di dierrea! La dieta lo ha risolto e sicuramente un ritrovato stato di benessere lo ha fatto migliorare da tutti i punti di vista.
    Anche noi siamo stati pazienti di Montinari, molto prima e per più tempo di te. I markers dei vaccini non significano nulla, non bastano certamente a dire che la causa è stato il vaccino. Chi ti ha detto che i tuoi valori sono troppo alti, a parte Montinari? Dove hai trovato i valori di riferimento? Guarda che non è come un semplice esame del sangue, dove trovi l’asterisco che ti dice che il valore del ferro è troppo basso o alto. Capisco che il fatto di risultare solo parzialmente o non immunizzati faccia inzazzare parecchio (ha fatto incazzare anche me!) ma non vedo il collegamento con l’autismo. Con questo non voglio assolutamente difendere i vaccini, anzi, anche io se tornassi indietro mi comporterai diversamente, mi informerei, leggerei, tutte cose che non ho fatto, fidandomi ciecamente, orgogliosa di essere ligia al dovere per il bene del bimbo e della comunità! Mia sorella ha portato sua figlia a fare il vaccino del papilloma virus e per caso in ospedale ha incontrato una sua compagna di scuola, diventata medico, che l’ha rimandata a casa dicendole di non farlo assolutamente!
    Però katia, ti prego, non dare informazioni sbagliate e non dare false speranze! Siamo tutti contenti per tuo figlio. Io non so se è veramente uscito dallo spettro, ma da quanto ho letto, la sua situazione iniziale era di lievissimo autismo. Lo si capisce chiaramente dai test, anche se davano un risultato positivo (a parte la gars). Tuo figlio era capace di condividere il gioco con gli esaminatori, mostrava loro delle cose, faceva gioco di finzione, usava mimica e gestualità… Non è affatto un miracolo che, con queste competenze iniziali, sia migliorato tanto. A me un bravissimo npi (l’unico meritevole che ho conosciuto nel SSN) disse che ci sono bimbi che, intorno ai 5-6 anni, se hanno fatto una buona terapia, iniziata precocemente, hanno una svolta (lui la chiamò “virata”) che può portare anche a cambiare la diagnosi, ad esempio in disturbo specifico di linguaggio.
    E poi mi sembra molto ingiusto che tu dica che 2-3 anni di terapie logopediche non siano servite a niente. Se tuo figlio adesso è quello che è, io credo che sia anche merito di queste terapiste, della scuola, e di voi genitori.

  6. Eye of the Beholder

     /  22 dicembre 2010

    @Katia
    “lasciando noi genitori in “balia” dei medici “alternativi” (considerati tali solo perché hanno capito che l’autismo si potrebbe “curare”)”

    Katia, io capisco la tua buona fede e la voglia di evangelizzare gli altri, ma stai tracimando. Parti dal giusto e poi rovini tutto inondando di CAZZATE il tuo ragionamento. Questa degli “alternativi” è una EMERITA CAZZATA, quella sull’omeopatia lo è ancora di più. Porta degli studi che la scienza ADESSO (con le tecniche odierne) possa misurare e l’omeopatia non sarà più “alternativa”; chiedi al tuo medico (NON FARLO TU PER LUI!!!) di pubblicare i suoi studii e non sarà più “alternativo”. Io ho chiesto al mio perchè non lo facesse E NON MI HA MAI RISPOSTO. Capisci, nemmeno si è degnato di rispondere ad un suo paziente. Questa è la realtà, questi sono i dati che abbiamo a disposizione: inter nos ci annaffiano con le loro teorie e belle parole (il nostro già alla seconda visita ci disse che nostro figlio non era più autistico ma “non ditelo in giro che c’è gente che aspetta anni per vedere i risultati che avete avuto voi!”), poi quando c’è da dimostrare ai pari non si fanno più vedere. Ed è ovvio: se io avessi un orticello e coltivassi PATATE MAGICHE potrei venderle a 400euro al kilo. Mi accontenterei eccome del mio piccolo giro di clienti, mica andrei ai mercati generali dove mi farebbero UN CULO COSI’.

  7. Katia Tacco

     /  22 dicembre 2010

    Ciao Matilde, forza e coraggio!

    Forse i bimbi autistici un tempo potevano nasconderli alla vista della comunità ma non alle ASL. E’ stata un’impiegata dell’ASL a dirmi che negli ultimi 10 anni c’è stata un’impennata di bimbi con disturbi neurologici di vario tipo (non solo l’autismo).

    Io sono preoccupata…

  8. Matilde

     /  21 dicembre 2010

    katia sono daccordo con te, mi sono sempre chiesta e ho sempre chiesto cosa facessero con la psicomotricista, mi sento rispondere, terapia psicomotricità.
    forse non sono competente per ottenere informazioni… dopo 5′ mi dicono dell’importanza della continuità del lavoro casa, scuola, e psicomotricità!!!
    eppure capita anche agli altri, è prassi ovunque, comunque lui ha voglia di riprendere la vita, affrontare le sue paure e mi dà fiducia stringendo i pugni gli occhi e tremando forte.
    coraggio e speranza…. 😉
    siamo tanti perchè una volta erano ipocriti e li nascondevano.

  9. Katia Tacco

     /  21 dicembre 2010

    Mi sono piaciute molto le sig.re Matilde e Daniela. Mi piace il loro modo di ragionare.

    Ci sono molte cose che nel mondo dell'”autismo” non vanno:
    – La prima cosa è che quando ti fanno la diagnosi (NPI) non ti dicono che è AUTISMO ma finisci per capirlo da sola con il tempo;
    – Non ti danno nessuna informazione su come meglio approcciarsi al bambino (ti mandano a casa dicendo che deve fare 2 volte a settimana le terapie riabilitative);
    – Il bambino entra in stanza con il terapista e tu stai fuori (non puoi vedere ne sentire quello che stanno facendo);
    – Il terapista non ti dice come continuare la terapia a casa e magari, senza sapere, rischi di distruggere tutto il lavoro che il terapista fa durante la “lezione”;
    – Nessuno indaga sull’origine della “malattia” ma si da per scontato che sia di origine genetica (senza peraltro che ci siano studi che abbiano dimostrato inconfutabilmente tale probabilità);
    – Monti bambini presentano problemi gastro-intestinali (reflusso o diarrea o stitichezza …), dermatiti, evidenti problemi immunitari, ma nessuno dentro gli ospedali si preoccuapa di studiare questi aspetti lasciando noi genitori in “balia” dei medici “alternativi” (considerati tali solo perché hanno capito che l’autismo si potrebbe “curare”).

    Mio figlio è uno di quei bambini fortunati che sta recuperando e che è già fuori dallo spettro.

    Noi siamo stati fortunati, ma non ci dimentichiamo che una mamma, sentendosi dire che anche il suo secondo bambino era autistico, li ha annegati…
    ….
    Un caso disperato? Una pazza?

    Giudicatelo pensando a cosa avete provato voi quando avete capito che vostro figlio era INCURABILE.

    Una mamma che conosco mi ha detto che al ritorno dall’ospedale dove avevano fatto la valutazione NPI al suo bambino di 3 anni, ha provato una tale disperazione che voleva schiantarsi con la macchina…
    … Il pensiero di lasciare sola la figlia più grande l’ha fermata…
    ….
    PERCHE’ SIAMO COSI’ TANTI?
    VE LO SIETE CHIESTO?

    Ce ne sono troppi di bimbi con questo problema. I centri di riabilitazione sono al collasso!

  10. eddaie

     /  21 dicembre 2010

    78 | ALBERTO FAGNI (Paperinik)

    December 20th, 2010 at 23:19

    non sono molto d’accordo sui problemi semantici nell’asperger, comunque non attingo mai info da un sito di psicomotricità….

    e poi quello che ha pregiudizi sarei io?
    comunque è il primo link che mi è capitato, anche se la teoria dovrebbero saperla pure loro a grandi linee certuni pure meglio di lei.
    Visto che hanno studiato comunque bene o male all’università, e cos’è l’asperger lo sapranno senz’altro.

  11. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  20 dicembre 2010

    non sono molto d’accordo sui problemi semantici nell’asperger, comunque non attingo mai info da un sito di psicomotricità….

  12. Matilde

     /  20 dicembre 2010

    Rileggendo alcuni passi mi rendo conto che però sei anche tu un padre sconfortato, e capisco il perchè di tanta rabbia, e allora ti dico ancora più forte vorrei urlarti come mio figlio ti urlerebbe al cuore DISEGNA PER TUO FIGLIO!!
    Passaci poi i tuoi capolavori
    Te lo dico con il cuore
    Ti faccio una foto di quello che ho fatto per mio figlio come regalo di Natalo e la mando qui.
    Ciao un abbraccio !!

  13. Matilde

     /  20 dicembre 2010

    fai dei fumetti utili e carini per i bimbi, che illustrino le azioni della giornata, a noi mamme servirebbero di più. usa la tua esperienza in modo meno provocatorio almeno a Natale fai un regalo carino, ne hai tutte le competenze… e noi te ne saremo grate!!! RAGALA SPERANZA, NON STRESS!!!

  14. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  20 dicembre 2010

    @ eddaie : Riconosco che l’asperger può avere qualche difficoltà nella pragmatica, ma non certamente nella semantica .

    Più che altro mi riferivo alla Tacco che parla del figlio che ha superato i problemi di linguaggio ed anche di altri genitori di asperger che fanno confronti sul linguaggio con gli autistici.
    Della serie “vi piace vincere facile!”

    Ho estrapolato da questo sito
    http://www.asperger.it/?q=node/167

    questa definizione che secondo me può rendere l’idea:

    “La sindrome di Asperger rappresenta la porzione del continuum PDD che è caratterizzata da alte abilità cognitive (attraverso la definizione di un QI almeno normale o che aumenta fino ad un livello di molto superiore) e da una funzione linguistica normale paragonata agli altri disordini lungo lo spettro. Infatti la presenza di una normale abilità di linguaggio di base è ora ritenuta essere uno dei criteri per la diagnosi dell’Asperger sebbene ci siano quasi sempre molte difficoltà più nascoste con il linguaggio pragmatico/ sociale. Molti ricercatori ritengono siano queste due aree di relativa forza che distinguono la AS dalle altre forme di autismo e PDD e che giustificano una prognosi migliore nell’AS.”

    Alla luce di questo credo non si possa parlare di particolari problemi di linguaggio nell’asperger, ma piuttosto dovremmo parlare di carenza della teoria della mente.

  15. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  20 dicembre 2010

    @ Daniela: Meno male qualcuno con cui si può parlare ,anche se abbiamo visioni in parte divergenti.
    Condivido in buona parte i tuoi discorsi. Apprezzo l’apertura mentale ed il modo di ragionare.
    I genitori dovrebbero lottare insieme per quello in cui credono,invece di scannarsi sulle differenze.
    Però siti come questo faranno si che non avvenga mai.
    Questo sito unisce quelli favorevoli all’aba per esempio, ma poi li divide in favorevoli o contrari alla dieta.
    Non sarebbe più semplice lottare per l’aba di stato e basta?
    Purtroppo per avere lettori sul sito si va alla ricerca della notizia e dello scontro.
    Certe trasmissioni televisive basate sullo scontro insegnano.

    Il fatto che si conoscano più o meno bambini che hanno beneficiato della dieta è dovuto anche dagli ambienti che si frequentano. Chi ha avuto brutte esperienze da protocolli medici o dalla dieta non ha avuto i risultati sperati si riverserà su alcuni siti come questo e viceversa. Questo distorce molto la realtà, tenendo pure presente che sono in molti quelli che nemmeno provano la dieta, spesso per evitarsi una fatica.

    Sono d’accordo che un trattamento cognitivo-comportamentale funziona con tutti, però provare una dieta non incide sui costi e non preclude il poter intervenire con ABA.
    Tanto per farle un esempio nel primo anno di dieta e protocollo Montinari non ho speso quello che ho speso nel primo mese di intervento Aba.
    Quindi non si può dire che fare la dieta esclude di fare ABA.
    Del Dan non posso parlare non avendone esperienza.
    Sulle varie difficoltà che incontrano le famiglie nel fare l’aba in Italia sono invece d’accordo su tutta la linea,a partire dalla scuola al SSN.

  16. eddaie....

     /  20 dicembre 2010

    Signor Fagni perchè dice che le sembra strano che gli asperger abbiano difficoltà semantico/pragmatiche?

    Secondo me o non sa nulla sugli asperger o non sa cosa sono la semantica e la pragmatica.
    senza offesa ma è proprio un problema tipico degli asperger nonostante il buon linguaggio.

  17. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  20 dicembre 2010

    @ Antonicola :

    Come sempre fai finta di non capire.
    Non sai rispondermi ed allora fai l’offesa, facendo finta di essertela presa per il termine OCA , dopo una ventina di post in cui mi davi del PAPERO.
    Vogliamo discriminare fra le due specie di palmipedi?

    E’ alquanto strano che un asperger abbia problematiche semantiche o pragmatiche. Ciò potrebbe mettere in dubbio la diagnosi.

    Il fatto che le stereotipie siano passate da sole, significa poco perché l’organismo da solo potrebbe aver superato certe problematiche.

    Che tu sia contenta del tuo percorso è un bene.
    Che tu voglia farne partecipi gli altri anche.
    Che tu dia lezioni e giudichi ciò che non conosci invece è presuntuoso ed arrogante.

    C’è una certa differenza fra non consigliare la dieta ed offendere chi la fa.

    P.S. Anche stavolta non hai risposto alle mie domande, troppo difficili?

  18. eddaie....

     /  20 dicembre 2010

    Daniela mi riconosco in ogni parola che hai scritto, a parte i discorsi che faccio qui, nella vita di tutti i giorni mi comporto e la penso esattamente come te.

  19. Matilde

     /  20 dicembre 2010

    mio figlio la dieta senza glutine la deve fare perchè è celiaco e la fà dall’età di 11 mesi!!! il lattosio è stato reintrodotto nella sua dieta poco per volta perchè non lo tollera bene, cominciando con lo zymil poi siamo passati al latte scremato e infine a quello parzialmente.
    ora siamo tornati allo zymil dopo un periodo di dieta assoluta, il suo intestino si è normalizzato, non ha più diarrea e problemi nervosismo intestinale ( o come si chiama ) non sono un medico sono una mamma e faccio ciò che è meglio per mio figlio.
    formaggio ne mangia il meno possibile ora, evito quello vaccino. NON PERDERE LE SPERANZE… LUI HA TANTO BISOGNO DI GIOCARE ED ESSERE AMATO, STARE CON GLI ALTRI LO SPAVENTA MA LUI MI CHIEDE DA SEMPRE DI AIUTARLO A SUPERARE QUESTA COSA…AIUTARE I BAMBINI A SUPERA QUESTO MURO E’ IL NOSTRO COMPITO!!!
    ho scritto una canzona dedicata a lui, è diventata la canzone della pace nella nostra parrocchia
    Vi scrivo le parole più carine
    VORREI GRIDARTI NEL CUORE L’AMORE
    SOLO PAROLE PER CANTARE LA PACE
    VORREI CHE TUTTI ALZASSERO LE MANI
    SOLO PER BATTERLE INSIEME
    Scrivo sempre per lui, ho la casa invasa di biglietti appesi che gli dicono cosa deve fare, e lui si sente sicuro protetto.
    BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO!!!
    RIBADISCO E’ MIGLIORATO TANTISSIMO IN POCO TEMPO, ORA MI PARLA GIOCA CON I COMPAGNI, RISPETTA DI PIU’ LE REGOLE, MA NON E’ GUARITO, HA BISOGNO DEL SOSTEGNO E DEL MIO SUPPORTO!!!

  20. Daniela

     /  20 dicembre 2010

    Premetto che non sono categoricamente contraria alla dieta, nel senso che, se fatta bene, sotto assistenza medica e non e’ dannosa per il bambino… Concordo tuttavia con eddaie sul fatto che non ho incontrato miracolati dalla dieta (ed altri trattamenti biomedici), nonostante conosca un buon numero di bambini che la seguono.
    Ho invece potuto constatare che la terapia comportamentale funziona il 100% delle volte. Sono favorevole all’ABA fatto bene, ma non e’ alla sigla che mi attacco: in generale ho visto migliorare la vita di bambini e famiglie laddove la famiglia e’ stata in grado di realizzare per il bambino un intervento concreto, mirato, ben calibrato sulle possibibita’ e necessita’ del bambino.
    Di conseguenza, quando qualche genitore mi chiede cosa ne penso del biomedico, danni da vaccino ecc., qualcuno qui potrebbe dubitarne, io glisso senza demonizzare ( a meno che non mi parlino di chelazione… li’ non posso non sconsigliare), anche perche’ a nessuno piace sentirsi attaccato nelle proprie scelte e la conseguenza di queste crociate e’ che ognuno rimane barricato sul proprio fronte. Tuttavia non manco mai di sottolineare come l’intervento comportamentale sia irrinunciabile. Della serie: se ce la fate a farli entrambi fate un po’ voi, ma se non avete soldi e tempo per gestirli contemporaneamente rinunciate al biomedico di corsa.
    La teoria poi si scontra con la cruda realta’: l’enorme difficolta’ che le famiglie italiane incontrano nell’implementare un intervento comportamentale a regola d’arte, difficolta’ spesso non di tipo economico (o non solo), quanto di tipo organizzativo: SSN che non ti supporta (ammesso che la competenza sia del SSN perche’ a mio parere e’ della scuola…), fatica nel reperire figure qualificate, fatica nell’ottenere la collaborazione di tutti, scuola in primis, e anche laddove si trova collaborazione, fatica nel coordinare il lavoro di tutti gli attori, fatica nel seguire il programma che rivoluziona la vita di tutta la famiglia, preparare i materiali, video……
    Una cosa che mi fa incazzare dell’autismo e’ sapere quanto si puo’ fare per l’educazione di questi bambini e quanto poco si fa. Se proprio devo combattere una battaglia in questo mondo io scelgo quella di un’educazione efficace per i nostri figli (ma posso sempre farmi i cavoli miei e preoccuparmi esclusivamente di mio figlio….).
    Con la speranza che prima o dopo i genitori lascino da parte discordie e pregiudizi per unirsi nell’unica battaglia della quale tutti, immagino, riconosciamo l’urgenza
    Daniela

  21. @Fagni…sarò Asperger pure io che non tengo conto delle regole sociali o Lei che da della OCA ad una signora in internet?
    Il mio bimbo non fa più tutte quelle stereotipie di due anni fa…come ho più volte sostenuto e ribadito, il mio cucciolo ha problematiche di linguaggio semanti-pragmatiche e regole sociali.
    Sono contenta di non aver intrapreso la strada delle diete e dei vaccini. I miglioramenti si vedono e si sentono, ma non sarà mai libero dall’asperger.
    Rimango cosi, cone le cose che sono soddisfatta di aver fatto, con le cose che oggi fa…il resto sinceramente, se non provato da studi scientifici è niente.
    Ci sono tanti grazie che devo in giro in questi anni è al bambin Gesù, è al prof Valeri, la prima pediatra, le terapiste, le NPI, il resto è nulla.
    Fagni, rimanga dove sta, io sto bene qui.
    Finchè non è provato che la dieta fa bene, rimango ad aspettare e non me la sento di dire…fatela perchè non si può mai sapere.
    Il mio è uscito dalle stereotipie anche senza dieta.

    @Gianni…non me la sento più di combattere con sta gente, ho già i miei problemi da affrontare che il passaparola del materasso!
    Mi rifaccio viva quando avrò l’ultima diagnosi di lele…il resto non conta, contano le terapie, il contatto ecc ecc

  22. eddaie....

     /  19 dicembre 2010

    io no mi spiace, neanche uno.

  23. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  19 dicembre 2010

    @ Eddaie : Mi spiace , ma solo perché ho una visione più possibilistica mica puoi stravolgere quello che dico.

    Io ne conosco tantissimi che sono migliorati con la dieta sgsc.
    Forse non ha letto quello che ho scritto, ma soprattutto non ha risposto alla mia domanda: “Perché non provare?”

    @ Antonicola Ilaria (Lady Miriam):

    Scusa ,ma tuo figlio è un asperger che notoriamente non ha particolari problemi di linguaggio ne di apprendimento.
    Forse la dieta poteva aiutare nelle stereotipie, ma tu non lo saprai mai.

    Consigliare a tutti di NON farla è alquanto irresponsabile, perché potresti togliere una possibilità di stare meglio a qualche bambino.

    Non mi interessa parlare di studi perché ce ne saranno sempre di favorevoli e contrari e la questione rimarrà sempre in sospeso, mentre c’è un modo semplicissimo ed anche innocuo per capire se la dieta è utile o meno: PROVARE!

    Dici di aver adottato regole sociali e familiari… ma secondo te chi non lo fa?

    Se è vero che la faccio ridere tanto allora il mio tempo non è del tutto sprecato.

    Ma soprattutto quando scrivi : “…e dal tempo che spreca in internet…lei che fa?”

    Ma come ti permetti di giudicare ! Cosa ne sai di quello che faccio io? Impara qualche regola sociale prima di insegnarle…..

  24. @Fagni…tre mesi? Pochi giorni? o anni di dieta?
    Sene faccia una ragione, io non ho fatto fare a mio figlio nessuna dieta, ho adottato regole familiari e sociali.
    Ho giocato…e dal tempo che spreca in internet…lei che fa?
    Adesso se lo faccia dire! Se è tanto contento della dieta se la tenga e lasci agli altri la decisione DI NON FARLA FARE PERCHE’ INUTILE.

    Ho visto tanti bambini, tante famiglie…non c’e ne una che approdata alla dieta poi non abbia mollato…Almeno da noi!

    Numero inprecisato DE CHE’??? MA IL BELLO VIENE CON LA SUA FRASE…SENZA SCOMODARE I VARI STUDI!!!!!!!
    Dio era una vita che non ridevo tanto.

  25. eddaie

     /  19 dicembre 2010

    Ognuno è libero di fare e provare ciò che vuole e di non fare e non provare…..
    ma affermare come dice la signora Tacco che quel bambino che io ho preso ad esempio fra qualche mese parlerà senza dubbio (lei fa capire che sarà così). è un pò un discorso da ciarlatani!
    Certezza non c’è, lei stesso dice che “può aiutare”, quindi lei amette anche che può non servire.
    C’è una certa differenza tra le due visioni.
    io in questi anni ho visto tantissimi flop della dieta mai degli exploit.

  26. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  18 dicembre 2010

    @ Eddaie: Io faccio un ragionamento molto più semplice del vostro.
    Ovvero sappiamo che ci sono un numero imprecisato di bambini autistici a cui la dieta fa bene.
    Senza scomodare i vari studi bastano le molte testimonianze a favore a comprovarlo.
    Noi poi dopo sei mesi di dieta ,facemmo un tentativo con una fetta di pecorino provocando una forte regressione per due giorni.
    Adesso è da un anno che cerchiamo di reinserire la caseina, mica ci divertiamo a togliere delle sostanze se non ve ne è reale bisogno.

    Detto questo perché negarsi un semplice tentativo di 3 mesi di dieta SGSC ?
    Lei dice che suo figlio è migliorato molto e non solo ci credo,ma mi fa pure molto piacere,ma lei così non saprà mai se con la dieta sarebbe potuto migliorare di più.
    Ha paura di passare da alternativo? Per i nostri figli vale la pena avere una mente aperta.

    Io pur facendo rabbia alla premiata ditta Papa & Antonicola, continuo a sostenere che se mia figlia non avesse fatto dieta e protocollo, difficilmente avrebbe avuto gli stessi risultati con l’aba.
    Anzi alcune cose si sono risolte da sole, senza aver avuto bisogno di lavorarci poi con l’aba.

  27. eddaie

     /  18 dicembre 2010

    Non ho mai fatto quelle analisi perchè non le reputo necessarie.
    I risultati che ho ottenuto con mio figlio sono molti e importanti che tu ci creda o no poco mi importa sinceramente.
    Quel bambino l’ho conosciuto ieri sono assolutamente degli estranei e dai pochi discorsi che abbiamo avuto le stanno provando tutte e sono stati in tanti posti, mi hanno detto chiaramente che le vogliono provare tutte e che la dieta e già da un pò che la fanno.

  28. Katia Tacco

     /  18 dicembre 2010

    “Eddy”: Cosa hai ottenuto con tuo figlio?

    Le analisi (Markers, porfirine, neopterine, peptidi, HLA) cosa hanno rivelato?

    Quella famiglia di cui parlavi, sono solo dei conoscenti o sono amici tuoi?
    Se sono tuoi amici, gli puoi chiedere di scrivere su questo sito?

  29. eddaie

     /  18 dicembre 2010

    sarà mia cura informarvi dell’avvenuto “miracolo”….
    ma come ripeto sarebbe il primo in 4 anni visto che le persone da me osservate a tutt’oggi non hanno mai avuto nulla di sensazionale o di diverso da quello che ho ottenuto con mio figlio.

  30. Katia Tacco

     /  18 dicembre 2010

    … E se quel bambino cominciasse a parlare lei accetterebbe che è stata la terapia di Montinari o direbbe che semplicemente il bambino è maturato?


    La mia ex-pediatra mi aveva detto che Lorenzo non avrebbe risolto il problema con la dieta, poi la diarrea se ne è andata e a quel punto mi ha detto che i risultati ottenuti si sarebbero persi. Ormai è più di un anno che Lorenzo sta bene.

    Il punto è che se anche quel bambino cominciasse a fare i primi vocalizzi il sig. Eddy e compagnia direbbero che è una coincidenza.

    ….
    A quella “famosa” pediatra, il giorno che l’ho saltata, le ho detto che quando mio figlio sarebbe uscito dall’autismo i neuropsichiatri avrebbero dichiarato che “avevano sbagliato la diagnosi iniziale”. Lei mi disse in tono sarcastico “Glielo auguro di cuore!”.

    A quanto pare quel giorno è arrivato quet’estate perché la neuropsichiatra che lo stava visitando mi ha detto :”Abbiamo sbagliato la diagnosi perché suo figlio non è più autistico e quindi questo vuol dire che non lo è mai stato!”.

    Allora???

    Non lo ammetteranno MAI!

    Di loro non me ne frega niente, ma mi dispiace per quei bambini che potrebbero stare meglio e invece li lasciano inghiottire dall’oblio.
    ….
    Nessuno ci aiuterà mai! Ci dobbiamo aiutare da soli.
    ….
    Oggi, scendendo dal pulmino mio figlio si è comperto le orecchie perché il rumore di un martello pneumatico gli dava fastidio. E’ stato l’unico bambino a fare quel gesto. Questo mi fa capire che c’è ancora molto lavoro da fare perché mio figlio ha ancora delle alterazioni sensoriali (nulla in confronto a prima).

  31. eddaie....

     /  18 dicembre 2010

    signor fagni, io parlo con la signora tacco che ha detto che quel bimbo che ho conosciuto non-verbale fra qualche mese parlerà.
    comunque lei dice una cosa la signora tacco un’altra.

  32. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  18 dicembre 2010

    @ eddaie (‘naltrocheunsifirma)

    Qualcuno ha detto che senza dieta non si migliora?
    Inoltre ci sono molti bambini verbali fra quelli che non hanno mai fatto la dieta.
    La dieta può aiutare, ma va provata, altrimenti non lo puoi sapere…..
    ma che te lo dico a fa’ tu sei un altro PIENO di certezze!

  33. eddaie....

     /  18 dicembre 2010

    comunque ti dico un ultima cosa ormai sono in questo “mondo” da quasi quattro anni conosco di persona e seguo tramite internet tantissimi bambini che hanno fatto o fanno i diversi protocolli, a tutt’oggi nessuno mai mi ha strabiliato a tal punto da farmi sorgere il dubbio che possano servire a qualcosa, o da farmi venir voglia di “provare”.
    Questo non può essere un caso, giusto? che dici?

  34. eddaie....

     /  18 dicembre 2010

    anche mio figlio è tutto un altro bambino rispetto alla diagnosi, ha un’autismo molto più gestibile.

  35. eddaie....

     /  18 dicembre 2010

    già che ci siamo…. mio figlio ieri guardando la neve fuori dalla finestra mi ha detto “mamma siamo nel mondo numero 3” (si era appena alzato dal divano dove stavamo beatamente giocando col supermariobross della wii).
    Ma è autistico e morirà autistico, perchè è nato così e non è stato vittima di nessun vaccino brutto e cattivo.

  36. Katia Tacco

     /  18 dicembre 2010

    “Eddy” ma la vuoi una risposta? Fattela dare dagli esperti che credi ma pretendila. Non ti accontendare di un NON SO! Io le risposte le ho avute per il caso di mio figlio e le cure sono azzeccate tanto da trasformarsi in “un altro bambino” in pochi mesi.

  37. eddaie....

     /  18 dicembre 2010

    e quindi come mai mio figlio si è messo a parlare anche abbastanza bene mangiando il diavolo che vuole?
    Illuminami con le tue ricette magiche….

  38. Gianni Papa

     /  18 dicembre 2010

    Qualcuno mi dice chi sono i 5 esperti che fanno le linee guida con Montinari e come sono stati scelti, secondo quali criteri e da chi? Esistono i verbali della commissione che ha scelto tali esperti???
    Chi sono i 5 esperti che fanno le linee guida con Montinari e come sono stati scelti, secondo quali criteri e da chi? Esistono i verbali della commissione che ha scelto tali esperti???

    Chi sono i 5 esperti che fanno le linee guida con Montinari e come sono stati scelti, secondo quali criteri e da chi? Esistono i verbali della commissione che ha scelto tali esperti???

    Chi sono i 5 esperti che fanno le linee guida con Montinari e come sono stati scelti, secondo quali criteri e da chi? Esistono i verbali della commissione che ha scelto tali esperti???

  39. Katia Tacco

     /  18 dicembre 2010

    Io dico di SI! Lo scopriremo tra qualche mese.

  40. eddaie....

     /  17 dicembre 2010

    il bambino ha quasi sei anni e la dieta la fa già da un pò..
    quindi tu mi dici che adesso per magia della dieta data dal medico antivaccinologo di Firenze, si metterà a parlare?

  41. Katia Tacco

     /  17 dicembre 2010

    Lo vedremo nei prossimi mesi.
    Hai detto che non è verbale e ha 6 anni. Vediamo se fra un pò comincia a parlare.
    Tienici aggiornati.
    ….
    Non hai detto che Montinari afferma che è stato il vaccino solo dopo aver visionato le analisi.
    Chiedigli quali sono questi risultati.

  42. eddaie

     /  17 dicembre 2010

    per un altro bambino caduto nella rete del nulla.

  43. Katia Tacco

     /  17 dicembre 2010

    Eddaie… per cosa hai provato tristezza?

  44. eddaie....

     /  17 dicembre 2010

    E intanto stamattina io ho conosciuto l’ennesima famiglia con un bimbo di quasi sei anni assolutamente non-verbale, a cui un medico di Firenze ha detto che suo figlio è stato danneggiato dal vaccino e che fa la dieta senza glutine etc etc. che tristezza infinita ho provato.

  45. Daniela

     /  17 dicembre 2010

    Assolutamente non volevo sbeffeggiare nessuno. Mio figlio e’ molto autistico nonostante i tanti progressi. Al contrario voleva essere un modo per sottolineare come:

    -ogni bambino ha la sua storia, importantissima per quel singolo bambino, ma, nella sua unicita’, di nessun valore per gli altri bambini

    -i racconti aneddotici possono fare apparire le cose in maniera molto differente da come sono nella realta’. Infatti qualcuno qui ha evidentemente creduto che mio figlio fosse chi sa che’, e invece e’ molto autistico come la maggior parte dei figli di quelli che frequentano questo sito (immagino).

    -Ne consegue, sempre a mio parere, che i racconti aneddotici andrebbero evitati.

    Katia ci ha fornito una valutazione che dimostra un buon miglioramento di suo figlio. Ne sono molto contenta e non lo metto in dubbio.

    Ma suo figlio, come il mio, come quello di Matthew sono unici. Le loro storie diventano un mattone importante per tutti solo se analizzate insieme a quelle di altri 100, 200, 300 ecc….

    Daniela

  46. Eye of the Beholder

     /  17 dicembre 2010

    A fine Novembre siamo stati in montagna e anche Claudio s’è divertito con la neve: si sente male ma quando gli chiedo se vuole fare un pupazzo con la sorella lui, con sorriso malizioso, mi risponde “dopo lo butto giù”. Era attratto da due sorelle che avevano degli slittini, così (su mio invito) ne ha chiesto in prestito uno e ha giocato con loro fino a che i vestiti non erano completamente fradici.
    http://www.mediafire.com/?dn1mu1ji6duzzb8
    http://www.mediafire.com/?e8x1bii78kbubyf
    Adesso, potrei dire che è l’effetto della dieta, ma in cuor mio penso che uno stimolo importante come la neve possa aver fatto scattare la scintilla, come ogni volta che gli propongo cose nuove e appetibili. Qui si tratta di difendere un metodo che ha portato risultati costanti nel tempo (il metodo scientifico) con chi si vanta di portare risultati per X persone, e dopo chiede a queste X persone di fare il lavoro sporco e di evangelizzare il resto del mondo. Mio figlio è iscritto ad arrampicata, uno sport a mio avviso pessimo, però a lui piace, sta assieme agli altri, si diverte con gli altri, gli insegnanti mi chiedono se sia giusta la diagnosi perchè in effetti fa quello che fanno tutti gli altri. Adesso, secondo il ragionamento di Sconvolta, dovrei testimoniare a tutti quello che noi abbiamo fatto, però non sono medico, non ho quindi tutti quei prerequisiti del medico, e per rispetto di chi legge mi guardo bene dal CONSIGLIARE qualcosa che non è certo. Lo posso accennare, lasciare tutti liberi di provare, ma devo premettere sempre e ovunque che la percentuale di chi ne trae beneficio è irrisoria. La differenza tra me e Katia e Alberto è che loro guardano la loro esperienza e la danno per totalitaria, io mi guardo il culo allo specchio e dico “‘ammazza che grosso!”
    E non parlo solo delle testimonianze positive, che potrebbero illudere chi legge, parlo anche delle testimonianze negative, come ad esempio la storia dei vaccini. Mi spiace, non mi va giù. Non voglio dire che tutti i medici siano dei santi, però se da giovane ti sei messo a studiare medicina è perchè molto probabilmente hai qualcosa dentro che ti porta ad aiutare gli altri, non a fare loro del male! E se un medico che ci ha messo dieci anni per poter aiutare glia altri mi dice che i vaccini sono sicuri perchè io devo terrorizzare la gente quando non ho alcun titolo per farlo? Alberto, i dati sono quelli, o trovi dati diversi o cambi atteggiamento, sennò allo stesso modo dovresti consigliare a tutti di non prendere l’auto perchè la percentuale di mortalità è altissima. Non voglio essere frainteso, quello che è successo a tua figlia è tremendo e magari hai pure ragione, ma quello che tu consigli è l’anarchia: i pazienti che si mettono a fare i medici. Nota bene, è quello che chiede il DAN: misurare la qualità di una pratica sulla soddisfazione del paziente e non su dati calcolabili e replicabili. Se non sei tonto avrai già capito perchè riscuote così successo.

  47. Matthew

     /  17 dicembre 2010

    @Daniela:
    facciamo le gare a chi ha il figlio/a più bravo??
    Magari senza tenere conto da quale livello sono partiti??
    E soprattutto senza tenere conto della “unicità” e “specificità” del proprio figlio/a??
    Mi spieghi in che senso volevi sdrammatizzare??
    Forse sbeffeggiando chi ha fatto scelte diverse dalle tue??
    Buon tutto anche a te.

  48. Daniela

     /  16 dicembre 2010

    Mio figlio guardando la stessa nevicata di cui sopra ha detto: “C’e’ la neve. Andiamo a giocare con la neve, mettiamo i guantini.” Poi e’ andato a giocare a palle di neve con la sorella e quando e’ tornato si e’ sparato un piattone di pasta in frittata. Ricetta:

    -100gr di pasta scolata al dente
    -1 uova
    -sugo
    -parmigiano
    -mozzarella

    fare rosolare in padella previamente spolverata con pan grattato e buon appetito!

    Cercavo solo di sdrammatizzare… non me ne vogliate.
    Sempre buon tutto
    Daniela

  49. Sconvolta

     /  16 dicembre 2010

    Perdonatemi ma mi viene da fare una considerazione molto semplice:
    se i figli della sig.ra Tacco, del sig. Fagni e di altri che sono passati di qui, hanno avuto beneficio/significativo miglioramento nell’applicazione di un determinato intervento, non possiamo che esserne felici tutti. Condividerete con me che nessun bambino al mondo merita di soffrire, per nessun motivo.

    I genitori in questione hanno “tentato” di condividere la loro esperienza positiva su questo sito.
    Non sono stati accolti favorevolmente, anzi…semmai il contrario.
    Ora, la EBM, ovvero, EVIDENCE BASED MEDICINE sono i bambini stessi.
    Se il sig. Papa, la sig.ra Antonicola, il sig. Eye ed altri, sono SODDISFATTI del livello raggiunto dei loro figli, considerano i loro figli SIGNIFICATIVAMENTE RECUPERATI, SUFFICIENTEMENTE FUORI DALLO SPETTRO AUTISTICO… basta così…non c’è altro da aggiungere!

    Se non lo sono e pensano che i loro bambini sono ancora vistosamente DIVERSI, li invito a farsi nascere ciò che negli USA definiscono un RAGIONEVOLE DUBBIO.

    BUON NATALE!
    .

  50. Katia Tacco

     /  16 dicembre 2010

    Rispondo a Eye:

    nessuno ha curato i calcoli a mio figlio ma gli sono venuti a causa del malassorbimento intestinale non curato che ha avuto per 4 anni e questo da solo già basterebbe per essere un “tantinello” arrabbiati con chi ce l’aveva in cura e ha continuato a ripetermi che la diarrea era di origine psicosomatica.

    Secondo te, questi medici devono continuare a comportarsi così o dovrebbero essere svegliati?

    Questo è quello che voglio fare: muovere l’opinione pubblica affinché “questi” medici che stanno comodi sulle loro poltrone comincino a fare quello per cui lo Stato li paga! Purtroppo siamo noi che dobbiamo gridare per farci ascoltare. Se aspettiamo che le cose cambino da sole, che l’aiuto venga dal Ministero della Salute da solo, stiamo freschi!

    Mio figlio non ha più la diarrea e questo è un fatto che già da solo basta per dire che noi cittadini non siamo tutelati.

    Non penso che il mio sia un caso isolato, purtroppo!

    I disturbi neurologici sono andati da allora scemando velocissimamente.

    Ieri, vedendo una nevicata mi ha detto: “Guarda mamma, piove la neve!!!”

    Ogni giorno il mio bambino sta meglio e ho buone speranze per il futuro. Un anno fa io e mio marito eravamo profondamente angosciati pensando alla fine che avrebbe potuto fare, e cioè sedato e/o in un istituto.

  51. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  16 dicembre 2010

    Eye: Se sei così convinto di quello che dici, perché continui a seguire la dieta?
    Nonostante quasi la totalità dei medici del SSN, te la sconsiglino?
    Mi spiace, ma non sono pericoloso, perché io non faccio pubblicità a nessuno e non prometto niente.
    Sto solo difendendo una scelta.
    D’altronde se devo curare un’appendice infiammata , posso affidarmi tranquillamente a Mimmo , che sa come operare.
    La stessa cosa non la posso fare con l’autismo perché gli NPI non sanno da dove iniziare.

    Se ho visto una regressione post-vaccinale che la medicina ufficiale non sa spiegare, dovrei fregarmene?
    Del fatto che mia figlia è migliorata con una semplice dieta ,dimostrando un danno anche organico, dovrei far finta di niente?

    Oppure dovrei scriverlo su wikipedia? Che non credo sia un sito dove approfondire un argomento come questo.

    Torno a ripetermi, nell’autismo non è consentito avere certezze.

  52. Eye of the Beholder

     /  15 dicembre 2010

    @Katia
    “Ci sono le analisi che parlano!!! Parlano di un’infiammazione virale, parlano di presenza di peptidi oppiacei, parlano di reazione allergica al mercurio, parlano di anticorpi alti di alcuni vaccini e zero di altri, parlano di presenza di micosi e parassitosi intestinale, parlano di calcolosi alla cistifellia…”
    Dopo due anni di EA ormai ho fatto il callo alle guarigioni miracolose, non mi stupisco più. Sia chiaro, TI CREDO, ma ogni volta che leggo di queste cose prima rimango spiazzato perchè non conosco l’argomento, poi passa un cretinetti qualsiasi al primo anno di medicina e spiega tutta la faccenda in modo scientifico e, credimi, ogni volta è di una banalità disarmante.
    Per le prime cose non occorre scomodare un medico: Minguccio ci ha già detto dell’infiammazione virale (vado a memoria: passa da sola) e per i peptidi oppiacei ti riporto l’esperienza della mia amica. Dopo un pò di dieta secondo Montinari non erano più presenti nell’organismo del figlio (la madre ha fatto quindi le cose per bene) quindi poteva reintrodurre il glutine. Il figlio purtroppo anche senza peptidi è sempre non verbale e si fa ancora la cacca addosso.
    Per quel che riguarda il mercurio e i vaccini non ne ho idea ma sono certo che un medico saprà risponderti; per i calcoli mi lasci perplesso: da quello che so serve la laparoscopia o gli ultrasuoni (vado sempre a memoria, non sono un medico); se te li ha guariti con l’omotossicologia è veramente un punto a suo favore, ma la domanda rimane sempre la stessa: perchè non lo pubblica?
    Poi dici “Proprio stamattina io e mio marito ripensavamo ad 1 anno fa, quando credevamo che nostro figlio fosse “un ritardato mentale”… oggi ci diciamo che è “un genio”: CHE CAMBIAMENTO!”
    Hai pensato che forse avete esagerato la prima valutazione? Ho letto di fretta ciò che hai fatto pubblicare su AI ma non mi sembrava una diagnosi pessima; non era il figlio della mia amica, per intenderci. Da quello che sento questo tipo di bambini se seguiti fa notevoli progressi, non dovresti stupirti. Lo ripeto, TI CREDO, ma non pensi ci vorrebbe un pò più di sobrietà quando si parla della propria esperienza, che in fin dei conti è una su Xmila?

    @Alberto
    “Eye: Mi stai simpatico, ma ti stai arrampicando sugli specchi”
    Spiegamelo meglio perchè non capisco.
    Sono sempre stato dalla parte degli indiani, dalla parte dei perdenti, difensore estremo delle cause perse. Tu, Katia e quelli di EA dovreste avere tutta la mia simpatia invece mi rendo conto che siete pericolosi. Non dico che non si possa criticare il sistema sanitario, ma farlo sulla singola esperienza e portando come giustificazioni delle pseudoscienze mi sembra illogico. Mi chiedo: se state male per strada vi fate portare al pronto soccorso? A vostro figlio farete togliere l’appendicite? State attenti, perchè sono gli stessi medici che dite vi abbiano ingannato. Sono io il primo a dire che i NPI sono piuttosto deboli (se ti faccio leggere l’ultima valutazione di Claudio ti metti a ridere: confusa la sterotipia verbale con l’ecolalia) ma fare di tutta l’erba un fascio mi sembra ingrato e soprattutto controproducente. Se non ti sta bene ciò che c’è scritto su Wikipedia puoi cambiarlo.

  53. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  15 dicembre 2010

    @ Signora Antonicola:

    Ah Ah Ah Ah ……….

    Ah Ah Ah AH…………

    Le risponderò con calma nei prossimi giorni, adesso non ho tempo, però lei continua a fare parecchia confusione parlando di cose che non conosce.
    Montinari ed il DAN sono due cose diverse , smetta di parlarne come se fossero la stessa cosa perché sta facendo della gran confusione e sta scrivendo una caterva di inesattezze.
    Come sempre non ha letto attentamente quello che scrivo.
    Per prima cosa nel protocollo Montinari non si fa chelazione, quindi smetta di scriverlo e non visita negli alberghi.

    Prima che mi dimentichi:

    Io non ho MAI scritto di avere un figlio autistico, perché ho una FIGLIA autistica…..

    L’esempio sulla dieta vedo che non lo ha capito per niente , non so più come spiegarglielo .

    Al di là di questo certo che la mia famiglia si raduna intorno ad un tavolo, ma i bambini (a volte c’è mio nipote) mangiano prima perché noi pranziamo e ceniamo molto tardi.
    Questo non cambierebbe assolutamente niente e lei non ha compreso l’esempio che le ho fatto.

    Anche se è una questione spinosa e controversa c’è differenza fra un asperger ed un autistico ad alto funzionamento. Magari prova a spiegarle cosa intendo un’altra volta.

    Inoltre lei parla di ABA associata a DAN, cosa che non mi interessa e non credo . Parla di aba di primo livello , e che roba è ? Non ci sono livelli in aba. E i 1600 € sono una cifra attendibile per un’ABA ben fatta.

    Infine io mica voglio convincerla di qualcosa, ma lei non insista nel giudicare scelte su cose che NON CONOSCE.
    E la prego legga con più attenzione i post degli altri.

    @ Eye: Mi stai simpatico, ma ti stai arrampicando sugli specchi. Capisco e comprendo la tua scelta di abbandonare il DAN, ma non esagerare adesso nell’amore verso le pubblicazioni o ancor peggio wikipedia.
    L’astrologia poi lasciala a We wee….

  54. Ilaria Antonicola (LadyMiriam)

     /  15 dicembre 2010

    NON SO SE SI PARLA A VANVERA SU STO SITO O NON C’E’ PROPRIO COMPRENSIONE! SE UNO PARLA DEL PROPRIO VISSUTO E’ INDUBBIO CHE NON SI RIFERISCE AD ALTRI PER CUI NE NASCE UN “MI HAI OFFESO…NO TU MI HAI OFFESO” CHE NON HA SENSO!

    Detto questo, possiamo cercare di arrivare ad un punto?
    Se io ho bimbi che si sono “bloccati” ad un certo punto della crescita, ED E’ CHIARO CHE SE E’ UN BLOCCO COMPRENDE ANCHE IL COGNITIVO!…se io non ho fatto fare delle diete, se non ha fatto vaccini che comprendono quelli eliminati dal mercato ormai da anni, se faccio solo determinate terapie ANCHE DA SOLA.
    C’è un punto in comune che questi bimbi hanno?
    Tutti barricati dietro ai loro vissuti ma a dire una parola chiara neanche a parlarne!

    @Fagni…so solo una cosa, ed è certa, inconfutabile, IO NON HO FATTO FARE NESSUN TIPO DI DIETA A MIO FIGLIO, non ho espresso un valore di cambiamento di comportamento dovuta alla dieta MA A COME LA SI PONEVA AL BIMBO in una situazione di totale immobilità.
    A ME AVEVANO DATO LA DIETA ANCOR PRIMA DELLE ANALISI E DELLA VISITA (MAI FATTA)!!!!!!!!!!
    Nella mia immobilità quando ho trovato una situazione ossessiva-compulsiva ho adottato quello che avevo a disposizione! Una terapista mi ha semplicemente detto una o due cosette che ho inserito nella dieta mediterranea che la famiglia adotta da sempre, si mangia in modo normale e di tutto. SE IN QUESTO SI SENTE OFFESO E’ UN SUO PROBLEMA, non certo il mio…cosi come non era mia intenzione offendere le persone che fanno fare la dieta/diete/chelantismi/protocolli…se i loro figli stanno meglio! Hanno avuto un miglioramento mi chiedo PERCHE’ NON PUBBLICARE LE COSE???? PERCHE’ TRINCERARSI DIETRO UN IMPOSSIBILITA’ E SCUSE DA PAURA!
    Se fossi un medico, pubblicherei pure sulla carta igienica e a raffica se, il mio metodo fosse chiaro, preciso, inconfutabile!

    So con certezza che in alcuni ambienti NON TI AMMETTONO A FARE ABA SE NON SEI COLLEGATO CON UNA DIETA DEI LORO MEDICI!
    Per cui, un genitore che mi parla di un corso ABA a 1600 euro, primo livello…mi da un pò da pensare, FORSE C’E’ QUALCUNO CHE CI MARCIA? IO HO APPENA FATTO UN BONIFICO PER 150 EURO!!!!!!!!
    Che lei abbia fatto o non fatto ABA o TEACH a suo figlio non autistico, non capisco …ma andare da un gastroenterologo pediatrico normale no?
    Io come tante altre mamme ci siamo fatte un “C” come una capanna per fare terapia domiciliare e cercare di non mettere in ginocchio una intera famiglia.
    IN ALCUNI CASI SEMBRA CHE QUESTI MEDICI SI SIANO ATTACCATI COME LE COZZE ALLO SCOGLIO TERAPIA ABA, PER AFFERMARE LA VERIDICITA’ DELLE LORO SEMPLICI DICHIARAZIONI!
    Ho letto, singor, FAGNI il testo su MED MA LEI NON HA LETTO IL RESTO! CHE E’ SOLO PARZIALE LO STUDIO, DICHIARATO DA UNA RICERCATRICE!

    Per cui NON CREDO al protocollo montinari, alle diete per la cura dell’autismo perchè vengono affiancate da terapie comportamentali certe o che fanno parte delle regole D’EDUCAZIONE FAMIGLIARE, regole che si perdono quando NON SAI COME TRATTARE UN BIMBO CHE SI PRENDE A SCHIAFFI O PUGNI SULLA TESTA!
    Di questo signor Fagni è incredibile pensare a come non si raduni intorno ad un tavolo la sua famiglia?! Non è consuetudine mangiare insieme? Parlare delle cose della giornata? Non pranza a un orario stabilito come utile per tutta la famiglia?
    Mi fa specie immaginare un uomo da una parte con un piatto di riso in mano, la moglie sul divano o voi che per far mangiare il vostro pargolo non autistico che lo rincorrete per la casa!!!!!!!!

    Non credo a priori, a uno sconosciuto che si professa medico, fa visite in albergo e propone pure la lettura della sfera aurale con tanto di suono di campanaccio! Non credo a medici che professano una medicina non riconosciuta, INCOMPRESA, QUASI TRISTE E DEPRESSA AL DOVERSI PIEGARE DAVANTI ALLE REGOLE DEL PASSAPAROLA!!!

    Continuo a pensare che vi sono personaggi che cercano di promuovere un medico o l’altro per pura pubblicità. Cacciata da un sito ormai famosissimo, sono in grado di capire se mi prendono per il naso! …è palese che alcuni che postano, scrivono come sotto dettatura, una situazione da recita, si impara a memoria dei termini quasi a voler imitare l’imitatore e difenderlo.
    La recita è una cosa da fine anni 70, con le ideologie retoriche da scolaresche ribelli!!

    Cosi le rispondo come ha fatto lei per tutto questo tempo…pubblichi le prove di questi miglioramenti di un figlio non autistico e di come sia migliorato sulla base autistica…perchè se suo figlio non è autistico mi chiedo perchè tutto sto difendere sta dieta?
    Se mio figlio nn è spettro autistico specificato asperger (alto funzionamento) dovrei avvertire il bambin Gesu’ e tutta l’equipe del padiglione Ford che lei signor FAGNI non inserisce l’asperger tra gli AUTISMI! Devo avvertirli! Stanno facendo veramente un pessimo lavoro…preferisco di gran lunga Valeri (CHE VEDE QUASI 50 BIMBI AL GIORNO col suo stipendio di medico ospedaliero) che il Montinari.

    Mi sento presa per i fondelli, una sindrome presa per una malattia…e che cavolo! Una nazione che crede nelle favole, che tutto si sistemi, che tutto è chiaro ma viene nascosto per GRANDI POTERI ECONOMICI.
    TUTTI PRESI DAL GRANDE FRATELLO…MA MI FACCIA IL PIACERE!

    CON QUESTO SIGNOR FAGNI SPERO ARDENTEMENTE, COME LE DISSI IN UN POST PRIVATO SU “AP”, DI LASCIARMI IN PACE, NON DEVE CONVINCERMI A FARE NULLA, NON HO MAI PARLATO DI LEI, NON MI INTERESSA LA DIETA/DIETE/CHELANTISMI/PROTOCOLLI…la mia sola preoccupazione è che molti troppi, sono andati a finire in un albergo a LATINA (lo stesso medico del campanaccio)per far guarire i propri figli dall’autismo/autismi/spettroautistico/down…ED IN ALCUNI CASI..QUESTA E’ UN’INDISCREZIONE (ssss non lo dica a nessuno), SONO ASPERGER ANCHE DEI BIMBI DOWN!!!???

  55. Katia Tacco

     /  15 dicembre 2010

    Eye… non sparare cavolate! Ci sono le analisi che parlano!!! Parlano di un’infiammazione virale, parlano di presenza di peptidi oppiacei, parlano di reazione allergica al mercurio, parlano di anticorpi alti di alcuni vaccini e zero di altri, parlano di presenza di micosi e parassitosi intestinale, parlano di calcolosi alla cistifellia….
    Oltre al referto del neuropsichiatra ce ne sono altri e questa è scienza e non fantascienza!!!
    L’omotossicologia non la conosciamo ne tu e ne io… Se la stampa medica ufficiale non l’ha ancora riconosciuta è un problema solo legato al tempo, al fatto che noi uomini impieghiamo tempo per digerire le novità scientifiche. E’ sempre stato così e sempre lo sarà.

    Mi risulta che per la medicina ufficiale i vaccini vengano riconosciuti come un sistema valido e sicuro per immunizzare la popolazione. Sono talmente sicuri di questo che non esiste profilassi pre-vaccinazione (tipo fare l’HLA del neonato) e ne tanto meno post-vaccinale (sia per vedere se l’individuo vaccinato si sia realmente immunizzato che per vedere se può aver avuto degli effetti collaterali).
    Ebbene, pur omettendo la parte degli effetti collaterali che in mio figlio sono stati evidenti, resta il fatto che Lorenzo, così come le altre 2 mie figlie, non hanno una coperture anticorpale sufficiente.
    Quando la medicina ufficiale riconoscerà questa “falla” io ricomincerò a riconoscere la validità delle sue tesi. Per il momento non mi fido più delle parole di qualcuno solo perchè medico. Voglio spiegazioni chiare come quelle che il dott. Montinari mi ha saputo dare. Voglio fatti, come quelli che stanno illuminando le mie giornate da 1 anno a questa parte (mio figlio mi sorprende tutti i giorni: io e mio marito stiamo vivendo l’esperenza più emozionante della nostra vita).
    Alcuni gentitori dicono che non hanno avuto risultati? Bè, vorrei vedere la risposta degli esami cosa dice. Può darsi che il loro figlio non sia un caso di danno da vaccino. Vorrei però vedere se hanno poi fatto tutto per bene. Non vorrei che hanno fatto come quei signori che si mettono a dieta, poi mangiucchiano di nascosto e danno colpa al medico per il fatto che non sono dimagriti.
    Io e mio marito 1 anno fa siamo stati lungimiranti, e compreso il percorso che dovevamo fare, siamo stati ligi come soldati alle regole che ci erano state presentate. Per tutto 1 anno Lorenzo non ha “sgarrato” un solo giorno ne la dieta ne le medicine. Parte del merito del successo della cura ce l’abbiamo avuto anche noi genitori che siamo stati fermi e determinati.
    Proprio stamattina io e mio marito ripensavamo ad 1 anno fa, quando credevamo che nostro figlio fosse “un ritardato mentale”… oggi ci diciamo che è “un genio”: CHE CAMBIAMENTO!

  56. Eye of the Beholder

     /  15 dicembre 2010

    @Alberto
    Visto che è libera potresti integrare la pagina di Wikipedia sull’omotossicologia con gli studi a favore. Non sto qui a difendere Wikipedia, ma quando ho creato la pagina su Pasquale Rotondi dopo neanche due minuti, ed era notte, c’era già qualcuno a lavorarci sopra: vedi la cronologia http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Pasquale_Rotondi&action=history, io sono LastNinja2, alle 00:57 postavo la prima bozza, alle 00:59 Kaspo poneva dei dubbi, alle 01:33 Gascoigne rispondeva a quei dubbi e alle 03:06 AttoRenato (stakanovista) aveva già corretto e ampliato la mia bozza. E tutto questo per un eroe sconosciuto come Rotondi, figurarsi per l’omotossicologia.

    @Katia
    Perchè non hai considerato le ascendenze zodiacali?
    Io ho notato che chi nasce in Aprile/Maggio migliora maggiormente rispetto agli altri. Il figlio di una nostra cara amica, pur facendo la cura Montinari, dieta a parte, non avuto NESSUN risultato. Ma è ovvio, è nato in Gennaio!
    Torno serio: l’astrologo fa la sua previsione per 5.000.000 di persone, l’azzecca (dovrà pur azzeccarne) per 100, e quelle 100 invadono i forum Internet dicendo che l’astrologo è un saggio incompreso dal mondo medico (bastardo e farabutto) e che l’astrologia è una scienza.

  57. eddaie....

     /  15 dicembre 2010

    @Katia…
    e dei bambini che migliorano tanto e più del tuo senza seguire ne diete ne protocolli ma solo facendo terapie cognitivo-comportamentali che mi dici? che è stata la madonna o le terapie?

  58. Katia Tacco

     /  15 dicembre 2010

    27 | Eye of the Beholder “Non ti ergi a paladina di niente però affermi con sicurezza che tuo figlio è migliorato con l’omotossicologia, che da quanto leggo…”

    TI RISPONDO: AFFERMO CIO’ CHE HO OSSERVATO SU MIO FIGLIO E NON LO DICO SOLO IO, MA LO DICONO ANCHE LE SUE CARTELLE CLINICHE!

    Puoi scegliere tra 2 opzioni: o è merito di un miracolo della Madonna o è stato Montinari con la sua cura…

    …. scegli tu!!!

  59. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  14 dicembre 2010

    Ciao Eye !
    Ma dea quando wikipedia è un sito che ha valore medico-scientico?
    Se è per wikipedia la dieta sgsc , che ha pubblicazioni su pubmed, nemmeno esiste.

  60. Gianfranco Cerniglia

     /  14 dicembre 2010

    Cari genitori….buon natale a tutti….comunque la pensiate,
    in particolare al caro Gianni!!!!!!

  61. Eye of the Beholder

     /  14 dicembre 2010

    @Katia
    “Io non mi ergo a paladina di niente. So solo che il mio bambino con una diarrea cronica da 4 anni e disturbi dello spettro autistico è improvvisamente migliorato con la dieta e la terapia omotossicologica”
    Non ti ergi a paladina di niente però affermi con sicurezza che tuo figlio è migliorato con l’omotossicologia, che da quanto leggo http://it.wikipedia.org/wiki/Omotossicologia è una pseudoscienza su cui non si è mai dimostrato nulla http://it.wikipedia.org/wiki/Omotossicologia#Valenza_scientifica. O stiamo parlando di cose diverse o i medici (tutti) ci stanno prendendo per i fondelli.

    @un genitore
    Se leggi bene capisci la differenza tra un medico e un ciarlatano. Il ciarlatano dice “io ho ragione ma Big Pharma mi boicotta”, il medico dice “And although no improvements were demonstrated, the researchers acknowledged that some subgroups of children, particularly those with significant gastrointestinal (GI) symptoms, might receive some benefit from dietary changes”

  62. eva maggiorelli

     /  14 dicembre 2010

    più che in alcuni siti, direi in UN SITO, e questo è uno dei motivi per cui io non lo frequento da anni ( da quando si chiamava in un altro modo) e sono nati altri portali più tolleranti e aperti.
    Non è quello che penso io, ma potrei tranquillamente affermare non è quello che pensano tanti genitori che l’hanno provata o che la stanno tuttora facendo.

  63. un genitore

     /  13 dicembre 2010

    In alcuni siti quando si afferma che la dieta non ha funzionato, si intestardiscono nel dire che non è possibile e che la dieta và sempre fatta perchè è scientificamente provata per tutti i soggetti autistici.
    E questo fà apparire un inetto il genitore che non la attua per il proprio figlio.
    Saluti

  64. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  13 dicembre 2010

    Tanto per fare chiarezza:
    Mai affermato che la dieta fa bene sempre (dove lo ho scritto?), ma solo che vale la pena che tutti la provino, che poi è la stessa cosa che dici tu (un genitore).

  65. Un genitore

     /  13 dicembre 2010

    Il problema che questa storia può continuare all’infinito.
    Da una parte studi che dicono che la dieta fà bene, dall’altra altri studi che dimostrano il contrario.
    Un genitore si trova ad un bivio, allora l’unica è provare con la dieta e se si hanno benefici proseguirla, altrimenti (come nel mio caso) ci si rassegna che il prorpio figlio non rientra nei casi di autismo che necessitano di dieta.
    L’errore che fate entrambi è quello di dire: Con la dieta tutti migliorano o a tutti non fà effetto.
    Forse sarebbe corretto affermare:
    Con la dieta non si migliora e non si guarisce dall’autismo, ma alcuni trovano beneficio da questo metodo.
    Oggi leggo di un altro studio che conferma l’inefficacia della dieta:
    http://www.urmc.rochester.edu/news/story/index.cfm?id=2860

    Saluti

  66. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  13 dicembre 2010

    la numero sarebbe più esatto scriverla così:

    1) Mai scritto di avere un figliO autistico

  67. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  13 dicembre 2010

    Mi spiace signora Antonicola, io le avevo lasciato il tempo per correggere le inesattezze (eufemismo) scritte da lei sul mio conto.
    Cercherò di essere sintetico quindi provo a fare un elenco:

    1) Mai scritto di avere un figlio autistico.

    2) MAI scritto di non aver mai fatto altro che la dieta.
    Se rilegge io ho scritto solamente che quando iniziammo la dieta, facemmo solo quella per due mesi e gli effetti non furono inquinati da altre terapie, quindi potemmo valutare gli effetti ,senza altre variabili a disturbare i risultati.

    Per sua informazione abbiamo fatto negli anni psicomotricità (per poco) ,teacch, Aba.

    3) MAI fatto DAN!

    4) La dieta non funziona solo sugli intolleranti od allergici a caseina e glutine (per quei soggetti è scontato mettersi a dieta)

    5) La dieta SGSC non ha risvolti comportamentali che lei vuol affibbiarle.
    Si tolgono semplicemente alcune sostanze proibite, ma non si hanno regole di orario e comportamento.
    Si può tranquillamente mangiare un piatto di pasta di riso svaccati sul divano ,magari guardando la tv ed ad orari sbagliati.

    6) Nel nostro caso la regressione c’è stata ,ma non perché ai medici piacesse di più la parola, ma in quanto sono state perse abilità acquisite quali la comprensione del linguaggio.

    7) Perché dovrebbe bastarmi la sua parola quando lei ripetutamente ha schernito le mie dichiarazioni?

    8 ) Non mi ha risposto sullo studio pubblicato su pubmed che le ho linkato. Che ne pensa?

    9) Come spiega la regressione autistica?

    10 ) Come si permette di fare deduzioni mediche su sostanze che non conosce?

    11) Asperger ed autismo non sono proprio la stessa cosa, a partire dal fatto che nell’asperger (se diagnosticato bene) non ci sono ritardi nell’apprendimento e non vi sono particolari problemi di linguaggio sia in ricettivo che in espressivo.

    Mi scuso per annoiare i lettori , ma tali precisazioni erano dovute.

  68. @EVA…avevo appunto confuso i luoghi.
    Dalle tue parole si capiva benissimo che hai fatto un “C” grande come una capanna, e in questo, ma senza dieta, mi sono rivista in te.
    Io parlavo di MATILDE…sconfuso ippo!

  69. Gianni avrò concluso male, ma sembrava che le persone si conoscevano tramite la stessa frequentazione di terapia.

    @Fagni…mi aspettavo questa sua risposta!
    Mi faccia il piacere MI LASCI NELLA MIA IGNORANZA!

    @Katia, la maestra della classe di Roberto ha dovuto togliere il cartellone dello “smile” ,
    1)c’era un bimbo che rubava i pezzi di giocattoli della scuola dicendo che la maestra lo aveva premiato con gli “Smile”,
    2)un’altro alle 4:20 per più di una settimana si svegliava e saltellava sul letto dei genitori per andare a scuola!

    3)Un bimbo non mangiava più e faceva incubi,
    un’altro faceva la pipì al letto!
    4)Il mio Roberto non faceva più terapia logopedica, diceva che era cattiva la terapista con crisi isteriche da paura!
    Il cartellone degli “smile” è uno strumento didattico ottimo ma se dato alla persona sbagliata e usato nel modo sbagliato può far regredire i bimbi 7 compreso il mio…per cui, “SE SVAMPITO SIGNO'”.
    Qui non stiamo facendo la gara di chi ha il bimbo più bravo! Katia è bravo il tuo cucciolo! SONO STRAFELICE…il mio ha appena messo le ali! Sono due piccoli che avranno una vita felice…nonostante tutto!

    Visto che il mio non ha fatto diete, non riesco a capire però questi miglioramenti! Come è che il mio è migliorato???

    Un’insegnante di sostegno dell’ultimo anno di asilo mi ha detto che avevo “violentato mio figlio con medici e psichiatri perche è mio figlio era sanissimo”…mi hanno convinto a non denunciarla, dopo quello che io e mio marito abbiamo passato…questa, neanche specializzata, si è permessa di giudicare un genitore e il passato del bimbo! C’è voluta la responsabile del plesso a metterla al suo posto e farmi dare sue scuse!
    L’ultimo insegnante di sostegno di Daniele ha studiato tramite le mie ricerche perchè mi ha detto in faccia all’inizio della scuola “Signora le hanno sbagliato diagnosi!!! E’ sicura che è asperger??” Alla fine della scuola mi ha ringraziato dei libri e delle mie ricerche che gli hanno fatto sapere che c’è anche CHI MIGLIORA DALLA SINDROME ASPERGER.
    L’insegnante di sostegno di Daniele di oggi è una specializzata e laureata…ha anche attestati di corsi ABA!
    Ci sentiamo spesso e sta aiutandomi a far vedere a Daniele le regole sociali, i sentimenti e il linguaggio adeguato.

    DOMANDONA…COME MAI MIO FIGLIO E’ COSI MIGLIORATO SENZA DIETA?

    Basta poco che c’è vo!

  70. eva maggiorelli

     /  13 dicembre 2010

    visto che qui le interpretazioni fioccano anche su quello che ho incautamente detto io, aggiungo alcuni chiarimenti:
    – la conoscenza di via web con paperinik viene da ippocrates in cui si parla soprattutto di aba,
    – chi ha detto che non facciamo altro che la dieta? anzi ho detto che sono anni che con mio figlio lavoro duramente per costruire mattoncino su mattoncino.
    – chi ha parlato di guarigioni? ho ripetuto più volte che mio figlio sempre autistico è ( e neppure tanto ad alto funzionamento se per questo…) e che la dieta ha limitato molto le sue stereotipie e ha cancellato il suo autolesionismo.
    Se ha imparato a parlare, a leggere e a scrivere non lo ha fatto certo con la dieta, ma per il “mazzo” che mi sono fatta io in questi anni.
    – l’ippoterapia non c’entra un fico, ho parlato di una conoscenza comune e tra l’atro ho parlato genericamente di “cavallo”, perchè non la considero una vera terapia ma solo una attività sportiva che mio figlio fa volentieri come il nuoto e la bicicletta e che quindi è di aiuto e di supporto. Del resto aba mica si fa solo a tavolino….

  71. Katia Tacco

     /  13 dicembre 2010

    Io non mi ergo a paladina di niente. So solo che il mio bambino con una diarrea cronica da 4 anni e disturbi dello spettro autistico è improvvisamente migliorato con la dieta e la terapia omotossicologica. Questi miglioramenti sono certificati. La dieta e la terapia sono state calibrate in base al risultato degli esami clinici fatti e ci siamo rivolti ad un medico e non ad un mago.
    Comunque oggi sono troppo felice per arrabbiarmi, perché il mio “cucciolo”, oltre ad una collezione di “Smile”, ha preso “10 e Lode” in lettura!!! Neanche io ero così brava alla sua età! E pensare che la sua insegnante di sostegno dell’asilo mi aveva sconsigliato di iscriverlo a scuola… NON VEDO L’ORA DI RACCONTARGLIELO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  72. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  12 dicembre 2010

    Che dire!?!

    Sarebbe troppo facile rispondere, visto le innumerevoli inesattezze scritte da lei , signora Antonicola.
    Quindi voglio essere buono e le lascio un giorno di tempo per rileggersi meglio i miei post e rettificare il tiro.

    P.S. Se ti senti così brava nelle terapie perché non apri un centro?

    @ Gianni: In realtà con Eva si è parlato di ippoterapia, ma per quanto riguarda suo figlio ed un altro conoscente.
    Anche questa l’ha presa solo in parte, ma ci sono errori più madornali.

  73. Gianni Papa

     /  12 dicembre 2010

    ILARIA: “…IPPOTERAPIA!!!..”

    Ehm, Ilaria: forse ti sei confusa…
    Alberto Fagni ha citato Ippocrates, non l’Ippoterapia.
    Ippocrates è un covo di abisti, non di cavallerizzi 🙂

  74. Al Signor Alberto Fagni
    La invito a chiamarmi per Cognome io eviterò di chiamarlo PAPERO.

    Senta, e’ chiaro oramai che lei non ascolta gli altri, non legge gli altri e si è barricato in quello che sente la strada giusta per se stesso.
    Suo figlio è migliorato! Bene! Sono la prima ad esserne felice!
    Ma non c’è nulla di anacronistico e fantascientifico nel dire quello che anche un’altra mamma qui ha detto!

    Matilde
    (le do ragione che le vignette sconfortano ma non è per quello che Gianni le ha create!)
    …quello che il Fagni dovrebbe leggere attentamente è questo suo passaggio
    —-cmq mio figlio stà miglioando molto, mi parla cosa ke una volta nn faceva basta giocare in modo vario con loro, dargli orari fargli sapere cosa gli aspetta non lasciar mai ke si spaventino del dopo, è possibile guarire lo sò … ne ho la certezza, lo stò vedendo giorno per giorno con il nostro impegno, ma ne serve tanto… e siamo in tanti a seguirlo, fossi sola nn potrei fare niente.
    grazie se smetti di dire palle a gente ke potrebbe avere delle speranze. LE SPERANZE CI SONO.. SI PUO’ AVERE UNA VITA FELICE E PIENA DI AMICI ANCHE PER UN ASPERGER.——

    Sono andata a predere il piccolo dalla gita invernale, gli educatori mi hanno confermato che il piccolo nonostante leggerissime ed impercettibili problemini di “assenza” non ha avuto stereotipie, ha fatto ridere tutti con le sue battute ed ha rispettato le regole del gruppo.

    Mi chiedo perchè tanto astio nei miei confronti Sign. Fagni. Eppure io non ho fatto altro che dire che la dieta da sola fa quello che deve fare UNA CIPPALIPPA per un autistico. RIBADISCO CHE il mettere in pratica le regole alimentari oltre a un beneficio al bimbo che è evidentemente colpito da una forma di intolleranza, è già una forma di terapia, ad ore prestabilite con cibi prestabiliti.

    Lei Sign. Fagni ha mentito quando ha detto in questa sede che suo figlio non fa nessuna terapia…ha testimoniato la conoscenza con un’altra partecipe alle discussioni di conoscervi e che i due bimbi si conoscono..IPPOTERAPIA!
    Cosa che ha fatto anche il mio piccolo per un’estate!
    Allora non è vero che suo figlio segue solo il Protocollo, fa anche terapie!

    In fondo, cosa si chiede? Che finisca tutta questa pubblicità sulle case editrici contrarie alla pubblicazione di testi scientifici, tutte queste chiacchiere su GUARIGIONI su bimbi malati dove INSIEME ALLA DIETA (CHE MALE NON FA SU BIMBI CHE HANNO ANCHE PROBLEMI INTESTINALI) FANNO ANCHE TERAPIE DI VARIO GENERE!
    In questi mesi sono venuta a conoscenza e mi hanno contattato molti genitori! Tutto questo parlare su un medico/ci che mette/tono a sbandierare la loro conoscenza BISTRATTATA DA ENTITA’ SUPERIORI, mette a disagio, crea un vuoto dove possono proliferare gentaccia!
    Non faccio nomi ma una mamma si è fatta un pò di alberghi per LATINA e la sua dieta che ha portato il bimbo 7KG sotto peso e sentirsi dire di ipotetiche tesi spiritualistiche!!!!

    Fagni, datti pace, mio figlio ha due certificazioni sulla TOTALE ASSENZA DI ALLERGIE ALIMENTARI. Io non ho fatto altro che mettere in pratica giochi, gli stessi che parlava anche l’altra mamma, giochi che ho trovato in internet, e per quanto mi sia stato possibile inserire anche gli altri (fratellini) quando la loro conoscenza e manualità consentivano di giocare.

    Può signor Fagni non mi tiri in ballo per quello considera fuori del mondo? Segue una terapia ossimotologgicamente (come parola difficile preferisco l’improcrastinabilità) perfetta per se? Ops Per il suo bimbo, SONO CONTENTISSIMA…MA NON METTA IN MEZZO ME COME UNA INFEDELE MISCREDENTE CHE PORTA I GENITORI FUORI DALLA RETTA VIA! CI SONO GIA’ PASSATA e me ne sono tirata fuori in tempo per non carcarci con tutte le gambe.
    Questo non considero le sue scelte sbagliate, ogni genitore farà col tempo i conti col passato, che sia una terapia o un’educazione…alla fine coi propri figli si tirano le somme, in fondo anche noi non abbiamo fatto lo stesso con i nostri genitori?

    Considero un errore mettersi nelle mani di una persona che dice di avere la verità in tasca, che non può pubblicarla perche’ ha tutti contro, che è bloccato dalle grandi multinazionali farmaceutiche (eppure con una scoperta del genere, una Big-Farma potrebbe fare migliardi!!!!!!!! pensate solo agli integratori, a larga scala e con una pubblicità più che fantastica!!!!) uno che ha anche contro i propri colleghi che condividono le stesse idee????
    Insomma, abbiamo uno che fa parte di un gruppo che la pensano in modo eguale (PERCHE’ SE NON SONO PUBBLICATI PENSIERI SONO) e che è maltrattato pure da loro????
    Medici che si parlano uno contro l’altro!

    Il Prof Valeri quando lesse la relazione della collega dottoressa NPI Crea, mi disse che con le mie valutazioni scritte era palese lo Spettro Autistico indicato come Sindrome Asperger. Non c’è stato una negazione a priori, non una parola negativa, non un commento fuori posto. Mi disse che avrebbero fatto tutta una serie di valutazioni e che poi avremmo parlato insieme sul da farsi.

    E’ palese anche un’altra cosa Sign, Fagni come lei non legga le mie risposte. Eppure le ho dato tutta la soddisfazione possibile! le ho parlato del perchè NON SOLO A ME MA ANCHE ALLA MIA PEDIATRA, sembrava che ci fosse qualcosa che non andava al piccolo Daniele…le ho spiegato del primo ASSIOMA DELLA COMUNICAZIONE e come non ci fosse comunicazione tra me e il piccolo—mal a cosa non le basta.

    Per daniele non c’è stata una “disintegrazione” ma un blocco…ma evidentemente ai medici piace di più la parola REGRESSO. Blocco avenuto anche per Roberto!
    Non per Silvia, messa anche lei sotto osservazione al Bambin Gesu’ e del tutto considerata al di fuori di qualsiasi problema!

    MAI AVUTI PROBLEMI INTESTINALI, non mi sembrava giusto fare una dieta o controlli per il mercurio o metalli pesanti SIAMO IN UNA ZONA DI MARE E’ SCONSIGLIATO MANGIARE SOLO PESCE se mangi un pò di cozze vedra che si illumina come una lampadina fosforescente!
    Mi fa pensare la polvere di corallo per un’integrazione del calcio! Non sono una specialista ma…come fa il corpo umano a integrare il calcio dalla polvere del corallo??? Mi da l’dea che si posizioni all’interno dei reni o lo si espelli!

    Che mi creda o non creda, con un solo stipendio e con un mutuo, mi sono arrangiata per fare ABA, ho tirato un sospiro di sollievo quando ho trovato una persona competente, ho silurato , con gli studi fatti quando hanno fatto cavolate micidiali (la maestra ne sa qualcosa) quando le semplici condotte didattiche hanno creato delle REGRESSIONI DA PANICO E UN VUOTO DI REGOLE E TERAPIE).
    AL Magnifico Rettore del Circolo dei miei cuccioli, ancora risuonano leggi e dati scientifici alla mano per la DIDATTICA ERRONEA CHE HA PORTATO 7 BIMBI ALLA REGRESSIONE!

    Io non so quanto ne sappia lei e quanto ha studiato per conoscere il nemico “Spettro Autistico”, so quello che ho dedicato io ai miei bimbi, tutti e tre.
    So le nottate in bianco…le terapie e i risultati. Oggi sono spuntate le ali a Daniele e nè lei nè ai medicastri che fanno del loro meglio per GUARIRE una sindrome cosi ne hanno il merito!
    IL MERITO E’ MIO E DELLA MIA FAMIGLIA, ZII, NONNI, PAPA’ CHE MI HANNO CREDUTO E HANNO LETTO QUELLO CHE DOVEVANO FARE…e mi dispiace per loro ma neanche le terapiste del centro hanno avuto in tre mesi i risultati che abbiamo avuto noi della famiglia con delle semplici giornate al mare IN TRE ANNI!

    Per la documentazione di Daniele, arriverà alla redazione appena avrò l’ultimo referto e che sono certa che dirà CONTINUARE CON IL SEMANTICO PRAGMATICO DEL LINGUAGGIO, CONTINUARE CON L’AUSILIO ERICKSON PER L’INSEGNAMENTO DEI SENTIMENTI E DELLE REGOLE SOCIALI NON SCRITTE!

    Con questo Signor Fagni la invito a non perdere tempo nel cercare un avallo alle sue scelte qui. Se e’ sicuro di quello che sta facendo perche’ tutto questo astio? Tutta questa lotta…e in questo ci metto anche la signora Katia!
    Non mi dite che vi siete fatti paladini della CONOSCENZA perchè non era qui che dovevate portare avanti la vostra crociata verso una dieta consapevole.
    Qui ci sono persone che hanno provato la dieta e che l’hanno mollata O CHE HANNO SCELTO DI ANDARE DA UN GESTROENTEROLOGO NON DAN…che fate? Cercate di riportare sulla buona strada chi l’ha abbandonata?

    Le ripeto che sembra, e dico sembra che lei debba avallare le sue scelte, dare credito alle sue scelte…facendosi paladino contro noi.

    P.S. Ricerce ospedaliere rimandate a data da destinarsi, per cui mi avrete sullo stomaco come cosa indigesta, finche la grande redazione con la sua bontà e pazienza non mi butterà fuori perchè ho rotto abbastanza!

  75. Eye of the Beholder

     /  12 dicembre 2010

    Non volevo far polemica o ironia, credo veramente che la cosa più sana sia aver comunione d’intenti con il proprio medico, qualunque esso sia. Purtroppo io, al momento, ho la netta sensazione di aver rischiato troppo con la pelle di mio figlio e dal nostro prossimo medico vorrò un qualcosa in più, pretenderò un qualcosa in più. C!

  76. Nello

     /  12 dicembre 2010

    Su, su ragazzi. E’ quasi Natale e non litigate.
    Tutti dobbiamo diventare più buoni.
    Io per esempio prometto di guarire Gianni Papa dalla sua ossessione, Alberto dalla vaccinite, e perfino LadyMariam dalle sue fobie sociali. Dona dalla sua ABITE, Claudia dalla chelazionite, Ilaria dalla iperbarricate, qualcun altro dalla teaccite, e così via. Sono un medico, dite?
    No, per carità. Un fregnacciaro!!!
    Ma almeno guarisco a gratis 🙂

  77. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  12 dicembre 2010

    @ Eye: Il mio era solo un ragionamento sulla logica usata per valutare gli interventi.
    A me non interessa ne consigliare, ne ricevere una sorta di beneplacito. Dopo quasi 4 anni di vita “autistica” mi sono fatto le mie idee.
    Non riesco a vedere le cose completamente bianche o nere. Ma forse è un mio limite, mica ho le certezze di Lady emme. Mica ho il dono della chiaroveggenza. Ne voglio decidere sulla salute di mia figlia per “partito preso”.

  78. Eye of the Beholder

     /  12 dicembre 2010

    @Alberto
    Se il mio ragionamento fila EA e il tuo medico c’entrano sempre. Mi sembra poi di aver capito che vorresti da me una sorta di beneplacito a perseguire la via alternativa: l’ho già scritto e lo ripeto, hai il diritto di provare di tutto per tua figlia, perfino l’impensabile.

  79. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  12 dicembre 2010

    @Paperinik: Cosa ti fa pensare che EA non c’entri nulla?

    Semplicemente non c’entra rispetto alla domanda che io ho fatto ad Eye in un altro post e la risposta che Eye mi ha dato qui, il tutto esula dalla vignetta sopra.

  80. Autismo Incazziamoci

     /  12 dicembre 2010

    @Paperinik: Cosa ti fa pensare che EA non c’entri nulla?

  81. alex

     /  12 dicembre 2010

    Gianni, anch’io non so disegnare a mano, però sto imparando a disegnare con il mouse tramite un bellissimo programmino free che ho trovato in rete.
    Anche il mio marmocchio ci si diverte un mondo, specialmente da quando ho collegato il pc alla tv.

    Ecco il link: http://www.onemotion.com/flash/sketch-paint/

    Saluti a tutti. Alex.

  82. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  12 dicembre 2010

    Vedi caro Eye, anche da questa tua risposta tu denoti un atteggiamento ossessivo compulsivo nei confronti di EA. 8)

    Che in realtà in questa discussione non c’entra per niente.

    Tu hai detto che continueresti la dieta anche se non vi fossero pubblicazioni a favore, perché ne riconosci gli effetti positivi.
    Con lo stesso ragionamento io continuerò a fare il protocollo, che non si può liquidare con la semplice omeopatia.
    Per me il discorso è finito qui.

    Ricordo comunque che i prodotti omeopatici sono regolarmente in vendita nelle famacie, mica li vendono di contrabbando.

  83. Matilde

     /  12 dicembre 2010

    ki ha fatto stì disegni deve essere proprio sconfortato, io credo ke sarebbe il caso d nn mettere in agitazione xsone ke già vivono una problematica tanto difficile,cmq mio figlio stà miglioando molto, mi parla cosa ke una volta nn faceva basta giocare in modo vario con loro, dargli orari fargli sapere cosa gli aspetta non lasciar mai ke si spaventino del dopo, è possibile guarire lo sò … ne ho la certezza, lo stò vedendo giorno per giorno con il nostro impegno, ma ne serve tanto… e siamo in tanti a seguirlo, fossi sola nn potrei fare niente.
    grazie se smetti di dire palle a gente ke potrebbe avere delle speranze. LE SPERANZE CI SONO.. SI PUO’ AVERE UNA VITA FELICE E PIENA DI AMICI ANCHE PER UN ASPERGER.

  84. Eye of the Beholder

     /  12 dicembre 2010

    @Alberto
    Ti rispondo qui perchè ormai mi sono perso tra post e vignette. Non sarò breve;-)
    Sono il primo a dire che un genitore ha il diritto di provare di tutto per il proprio figlio, perfino l’impensabile.
    Mio figlio ha degli evidenti disturbi intestinali dimostrati da analisi e dalla prova empirica della sua cacca, quindi non vedo perchè dovrei fermare la dieta. Adesso citi inoltre lo studio su Pubmed (ma ne ricordo un altro di circa un anno fa quando con la solita sobrietà EA, sempre in prima linea nel vantarsi quando le cose vanno bene, lo segnalò in caratteri cubitali in homepage) quindi non vedo perchè il pediatra di Katia dovrebbe temere nel parlarne ai colleghi. O meglio, io un’idea ce l’ho, ma non essendo medico non so fino a che punto io possa avere ragione. Credo tutto nasca da quel fenomeno che la letteratura scientifica mondiale comunemente riconosce come “effetto emergenzautismo” ;-), cioè la propensione mentale a valutare una notizia dall’autorevolezza della fonte senta sentire il bisogno di verificarla. Ti faccio un esempio in cui Laura (L) è la moglie e Massimiliano (M) è il marito di un bimbo asperger
    L: “Ciccino, hai letto che quel bambino non verbale ha fatto il DAN per tre ore e adesso dice “Mamma ti voglio bene”?
    M: “Dove l’hai visto?”
    L: “Su EA”
    M: “99,99999999 è una bufala, da EA mi aspetto di tutto”
    Paradossalmente potrebbe verificarsi anche questo
    L: “Ciccino, hai letto che la terra gira intorno al Sole?”
    M: “Dove l’hai letto?”
    L: “Su EA”
    M: “99,99999999 è una bufala, da EA mi aspetto di tutto”
    Mi spiego: Montinari dice di curare per mezzo dell’omotossicologia e dell’omeopatia, due pseudoscienze di cui non si è mai dimostrato nulla. NULLA. Visto che non si è mai dimostrato nulla, invece di incolpare queste pseudoscienze incolpa la scienza medica che, pur tra affarismi e complotti e schifezze (metti tu le cose umane che possano rovinare una pratica sana), ci ha salvato il culo un bel pò di volte. Quindi, se è vero quello che dice Eva, è ovvio che nella sua ottica sono “gli altri” ad averlo boicottato, cacciato dagli ospedali ecc. E TI CREDO, se queste sono le credenziali! Capirai allora che se anche avesse azzeccato UNA teoria, questa cadrebbe per forza di cose nell’effetto emergenzautismo, cioè si penserebbe “se, vabbè, la dieta, quella dei fregnacciari”. Comincia a portare gli studi di Pubmed e vedrai che nessuno avrà da ridire. Li avessi avuti in mano (ma in quel periodo leggevo EA e su EA non c’è Minguccio) li avrei dati alla Serra invece di dovermi vergognare per aver intrapreso la strada “alternativa”
    Scusa la lungaggine, non ho avuto tempo di farla più breve. C!

  85. ALBERTO FAGNI (Paperinik)

     /  12 dicembre 2010

    Ilaria mi fa già ridere per quello che scrive, non c’è bisogno che si disturbi a disegnar vignette….

  86. Gianni Papa

     /  12 dicembre 2010

    Ilaria, se vuoi regalare ad autismoincazziamoci delle vignette sull’autismo disegnate da te, sarebbe davvero un onore (soprattutto perché Paperinik rosicherebbe)
    Le mie sono fatte con servizi online come toonlet o toondoo
    La cosa è evidenziata nel footer del sito: non ho mai nascosto nulla… non so disegnare 🙂

  87. Gianni…comincio a credere che vuoi fregarmi il lavoro!
    Complimenti vivissimi per le vignette, esaustive e per nulla ossessive…secondo il mio modesto studio, dovresti, mandare un pò più a cag…..fa bene alla salute mentale, evita molte malattie cardio circolatorie e poi…VUOI METTERE LA SODDISFAZIONE!

    Il mio daniele tornerà da un campo invernale con gli scout, alle 15! La prima notte da solo, CON I SUOI NUOVI AMICI, un bimbo che quest’estate aveva capito lontanamente come fare amicizia.
    GRAZIE POKEMON!!!!!!!!!!!!!!
    Per il secondo gnomo l’allarme è rientrato, le solite “professioniste” che dicono la loro, e fanno preoccupare…una didattica sbagliata con tante regole e lunghi tempi d’attesa, fanno sbroccare noi adulti alle file delle poste, banche figurarsi un bimbo che non ha solo difficoltà di linguaggio MA DI PRONUNCIA PER LA MANCANZA DI DUE DENTINI DAVANTI.
    La professionista in questione di bimbi in crisi ne ha messi 6 e dopo la mia discussione con il magnifico rettore, s’è calmata e ha deciso che forse la LOGOPEDIA andava fatta con la LOGOPEDISTA e non con una che ha fatto un esame all’università.
    Vediamo che mi dice PERCHE’ DANIELE ORA PARLA E SA DIRE COSA LO CIRCONDA, COSA LO DISTURBA E LO DIVERTE!!!!!!!!!!!
    Il mio gnomo Daniele, uno spiritello che quando mette il cappello di lana lascia le orecchie fuori da sembrare un elfo, è Sindrome Asperger!
    Non ha fatto dieta ma tantissimo gioco…DIO NON TI CREDO MA ESISTI DAL MOMENTO CHE MI HAI FATTO EVITARE STA GENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: