I veri maratoneti: Jacopo Gabrielli e l’Autismo

Invito tutti a guardare questo video e a commentarlo.

I veri maratoneti: Jacopo Gabrielli e l’Autismo

Si tratta del figlio degli autori del libro OUT AUT , già comparso su autismoincazziamoci in questo video.

Agli utenti di Autismoincazziamoci l’onere di commentarlo.

Advertisements
Articolo successivo
Lascia un commento

7 commenti

  1. Gianni Papa

     /  1 agosto 2013

    Aò non lo cambiate una volta al minuto, se no non ci sto dietro 🙂

  2. Gianni Papa

     /  2 gennaio 2012

    se vuoi, puoi farlo senza bisogno di nessuna autorizzazione, ma non posso ricambiare perché il mio sito non prevede una “blogosfera” né nessun tipo di link esterno

  3. icittadiniprimaditutto

     /  2 gennaio 2012

    Pensavo di inserire il tuo blog nella mia blogosfera e fare il reblog automatico dei tuoi post nel mio blog, ovviamente solo poche righe con il link del tuo blog, in modo che chi è interessato al post può leggerlo solo cliccando sul link che lo porta nel tuo blog.
    Attendo cortesemente di sapere se mi autorizzi a farlo, grazie buon lavoro e cordiali saluti.
    P.C.

  4. mammam

     /  1 gennaio 2012

    Ci ho pensato molto prima di scrivere qualcosa perchè mio figlio ha un altro tipo di autismo e non posso giudicare, anzi mi scuso per la storia delle stereotipie. Magari in questi casi sono molto invalidanti. L’autismo assume forma diverse: io non ho avuto a che fare nè con una regressione (ma con un consistente ritardo del linguaggio) nè con l’iperattività.
    Complimenti a questi genitori ma soprattutto a questo ragazzo, che si è impegnato sempre e ancora dovrà farlo perchè adesso ha davanti la sfida dell’integrazione, che può essere vinta. Buon anno!

  5. mimmo

     /  1 gennaio 2012

    Ripensando al video…il fatto di averlo dovuto ritirare dalla scuola è una sconfitta non per la famiglia ma per la società, ecco questo è un altra grande sfida. Stiamo pensando di mandare mariam ad una scuola privata in quanto là sembrano più elastici con le nostre richieste, abbiamo parlato con la responsabile e mi sono accorto di un fatto incredibile: mediamente le scuole private sono PIENE di BIMBI con HANDICAP, questo che vuol dire? che la scuola pubblica non riesce propio a sostenere le necessità di bimbi più bisognosi di assistenza. Ecco questo dovrebbe essere cambiato, come ovviamente non lo so..

  6. mimmo

     /  31 dicembre 2011

    praticamente la storia di tutti noi (purtroppo quasi sempre la stessa). Il problema dell’integrazione rimane quello più annoso come diceva la NPI di Bologna..”stiamo preparando questi bimbi alla società, sarà la società pronta per questi bimbi?”
    Auguro alla famiglia in questione un anno ricco di successi.
    Mimmo

    P.S. I miglioramenti da una cars 56 sono incredibili, complimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: